16
Ven, Nov

Pronto Soccorso “Moscati”: importante preservarlo e migliorarne l’efficienza

Pronto Soccorso “Moscati”: importante preservarlo e migliorarne l’efficienza

Attualità

Pianificare gli interventi a favore del Punto di Primo Intervento del “Moscati” per migliorare l’assistenza sanitaria sul territorio. L’assessore allo Sviluppo economico, Mino Borraccino assieme al governatore di Puglia, Emiliano stila un documento in direzione del nosocomio jonico. “Un rafforzamento necessario - spiega -  visto che si tratta del primo per numero di accessi. Dall'inizio dell'anno ben 25 mila le prestazioni effettuate”

A margine dell’inaugurazione del reparto di Pneumologia presso l’ospedale Moscati di Taranto il Presidente della Regione, Michele Emiliano e l’assessore allo Sviluppo Economico Mino Borraccino hanno incontrato il Comitato “Per un Quartiere migliore, Paolo VI" da mesi impegnato in battaglie in direzione del Pronto Soccorso e del Punto di Primo Intervento del nosocomio tarantino. In tutto 7500 le firme raccolte e depositate dallo stesso assessore e dal consigliere regionale DiT/NcI, Renato Perrini.

“Sosteniamo da mesi con impegno questi cittadini. - commenta Borraccino - Grazie al loro contributo, e anzitutto alla tenacia dei  promotori  del gruppo, Massimo Cassano, Giuseppe D'Ippolito, Maurizio Morrone, e Grazia D'Andria, stiamo lavorando per assicurare la migliore assistenza sanitaria possibile ad un territorio provato dalle note vicende ambientali e sociali”.

Dopo una lunga riunione sono state concordate azioni utili a preservare il Punto di Primo Intervento e migliorarne l’efficienza.

“Stileremo un documento che verrà sottoscritto durante una assemblea pubblica nel quartiere Paolo VI di Taranto alla presenza del presidente Emiliano, del Direttore Rossi e naturalmente dei membri del Comitato per la difesa dell'Ospedale. – prosegue l’assessore - In questo protocollo prevederemo, dopo la necessaria fase di confronto, un accordo con i medici di base, che ricordiamo essere le figure assistenziali più vicine al cittadino. L'accordo – prosegue  Borraccino - servirà a migliorare i servizi e far funzionare ancora meglio il "Moscati", che necessita fra l'altro della presenza di un'unità di Guardia cardiologica h24 che possa essere utilizzata per i servizi di emergenza, di un potenziamento dell'organico del personale e del miglioramento di alcuni servizi utili a gestire l'emergenza/urgenza, come la Radiologia e il Laboratorio d'analisi”.

Un rafforzamento necessario, secondo l’assessore, visto che lo stesso nosocomio risulta il Punto di Primo Intervento in Puglia con il maggior numero di accessi. Dall'inizio dell'anno, sono ben 25 mila le prestazioni effettuate dalla struttura del "Moscati", che “fornisce così un valido apporto al Pronto Soccorso  del "Santissima Annunziata", sempre fortemente congestionato”.

“A tutto questo si aggiunge – spiega ancora l’assessore - ciò che verrà alla luce dopo il lavoro infaticabile del Management aziendale, accompagnato anche da una campagna informativa sui servizi che il Punto di Primo Intervento del "Moscati" potrà garantire, in uno scenario che purtroppo vede molti pazienti non recarsi più in questo Ospedale, a causa di un servizio che non c'è più”.

“Una rivisitazione – conclude Borraccino - che coinvolgerà necessariamente anche l'Ospedale di Grottaglie, a completamento del lavoro di decongestionamento del Pronto Soccorso del "Santissima Annunziata" di Taranto”.

 

Fanizza Group Carglass