24
Mer, Apr

Laterza. Il Comune cede un terreno all'Asl

Laterza. Il Comune cede un terreno all'Asl

Attualità

Siglato il protocollo d'intesa tra il comune di Laterza e l’Azienda Sanitaria Locale di Taranto per la realizzazione degli interventi di potenziamento dei servizi sanitari territoriali comunali. Si tratta di Ambulatori specialistici, Continuità assistenziale; Servizio 118; Cpt o Pta (forme associative di medicina generale); Sportelli al pubblico (Cup ticket, Anagrafe sanitaria); Dipartimento di prevenzione; Pua e Uvm, locali per associazioni, Centro diurno, Punto prelievi, Punto fisso raccolta sangue

Si è svolta questa mattina presso i locali della Direzione Generale ASL Taranto, in Viale Virgilio n. 31 a Taranto, la presentazione della realizzazione di una nuova struttura socio-sanitaria che sarà realizzata nel comune di Laterza.
Alla presenza del direttore dell’Asl. Avv. Stefano Rossi, del direttore sanitario, dott. Vito Gregorio Colacicco e del sindaco di Laterza, ing. Gianfranco Lopane, è stato sottoscritto un accordo che prevede, da parte del sindaco del comune laertino, la cessione di un terreno di circa 4.600 mq ubicato in pieno centro urbano - in contiguità con l’area di espansione urbanistica e facilmente raggiungibile e fruibile dall’utenza - su cui realizzare una nuova struttura di circa 1.500 mq. All’interno della stessa saranno ospitati i seguenti servizi: Ambulatori specialistici, Continuità assistenziale; Servizio 118; Cpt o Pta (forme associative di medicina generale); Sportelli al pubblico (Cup ticket, Anagrafe sanitaria); Dipartimento di prevenzione; Pua e Uvm, locali per associazioni, Centro diurno, Punto prelievi, Punto fisso raccolta sangue.
Il Comune di Laterza si impegna, altresì, a curare tutti gli aspetti relativi alle procedure espropriative che interessano l’opera in oggetto. Per la realizzazione dell’intervento verrà attivato uno specifico finanziamento nell’ambito dei fondi comunitari di cui al PO FESR 2014-2020, azione 9.12 per un importo di € 5.000.000,00.
“Gii accordi di programma che stiamo sottoscrivendo con i comuni dell’Asl ionica – afferma in una nota il dott. Colacicco - sono il risultato di un’attenta e puntuale ricognizione che abbiamo fatto rispetto ai servizi erogati dando priorità, quindi, a comunità che non hanno mai avuto presidi ospedalieri e che hanno ambulatori, spesso angusti, che non danno dignità a operatori e cittadini che usufruiscono delle prestazioni assistenziali. Si è ritenuto quindi di contattare sindaci che hanno disponibilità di suoli, o immobili in disuso, per progettare nuovi Presidi sanitari territoriali (Pta) attingendo a fondi strutturali e di investimenti europei. Hanno già confermato, tra gli altri, la propria disponibilità i sindaci di Statte, dove si è già dato corso ai lavori in quello che era il mercato coperto, e il sindaco di Ginosa. Il protocollo sottoscritto questa mattina rientra tra queste progettualità. Sarà mio compito programmare l’attuazione di questi servizi tenendo anche conto dei dati statistici ed epidemioloogici”.

Fanizza Group Carglass