23
Sab, Mar

Cittadella della Carità: avanti col piano di risanamento

Cittadella della Carità: avanti col piano di risanamento

Attualità

Pagati gli stipendi di dicembre ai dipendenti. Presto saranno sbloccati altri crediti. Fissato per il 21 febbraio incontro con i sindacati in un clima sereno

"Siamo consapevoli che il percorso da intraprendere è irto di difficoltà, ma siamo anche sereni e certi di operare al meglio per il proseguimento del lavoro già impostato da coloro che, appartenenti alla precedente consiliatura, hanno lavorato per il bene della Cittadella della Carità negli ultimi anni”. Il neo Presidente della Fondazione avv. Salvatore Sibilla sta operando perché il piano di risanamento sia portato avanti, nell’ottica del perseguimento del benessere della persona e del mantenimento dei posti di lavoro.
In questo senso gli avvenimenti degli ultimi giorni si possono definire molto importanti: è stato pagato lo stipendio del mese di dicembre, ed è stato realizzato un incontro molto proficuo con i vertici della ASL Taranto, rispettivamente rappresentati dal Direttore Generale avv. Stefano Rossi, dal Direttore Amministrativo dott. Andrea Chiari e dal Direttore Sanitario dott. Vito Gregorio Colacicco. Giovedì 14 febbraio, nel corso dell’incontro, è stato anche chiarito il fatto che la ASL sbloccherà, già a breve, crediti verso la Cittadella.
E per la giornata di giovedì 21 febbraio p.v. le organizzazioni sindacali, in un clima di massima collaborazione ed apertura, sono state convocate per un incontro con i vertici della Fondazione.
La Cittadella della Carità va avanti e lo fa con l’obiettivo precipuo di non disperdere il patrimonio economico, culturale e spirituale indicato dal suo fondatore mons. Guglielmo Motolese. Le indicazioni arrivano dall’Arcivescovo mons. Filippo Santoro, che, nel corso dell’ultimo CdA ha ribadito nuovamente le linea: “Mantenere l’autonomia”.

Fanizza Group Carglass