23
Sab, Mar

Traffico cavallucci marini verso la Cina: “Gesto ignobile”

Traffico cavallucci marini verso la Cina: “Gesto ignobile”

Attualità

A pochi giorni dalla denuncia partita dall’ambientalista Luciano Manna la condanna giunge anche dall’associazione Marevivo

L’associazione Marevivo definisce “ignobile” il lucroso traffico di cavallucci marini e oloturie provenienti dal mare pugliese e destinato al mercato cinese. E’ stato l’ambientalista Luciano Manna attraverso VeraLeaks a denunciare nei giorni scorsi il commercio dei preziosi esemplari. Un giro d’affari suffragato dalla complicità di pescatori locali che venderebbero il prodotto ad un intermediario intascando centinaia di euro. “Un mercato illegale - sottolinea l'associazione - che trova la sua clientela sull'app di messaggeria istantanea WeChat” I cavallucci marini vengono venduti come potenti afrodisiaci o per realizzare liquori pregiati; le oloturie, invece, sono utilizzate per uso alimentare, medico e nel settore della cosmesi. Pagati a pochi euro al chilo dai commercianti asiatici, vengono poi messi in commercio in Cina a prezzi elevatissimi: dai 200 ai 600 dollari al chilo". 

Fanizza Group Carglass