19
Ven, Lug

Ex Ilva, Usb: “Ennesimo grave incidente”

Ex Ilva, ArcelorMittal Usb: “Ennesimo grave incidente”

Attualità

Il sindacato interviene sull’episodio avvenuto allo stabilimento di Taranto nel reparto PLA2 dove si è verificata la caduta di un carroponte. “Anche stavolta siamo vivi “

Ennesimo grave incidente avvenuto ieri, 15 maggio, nel reparto PLA2 dove si è verificata la caduta di un carroponte. "Nei primi cinque mesi di gestione ArcelorMittal - dichiara il coordinatore provinciale USB Taranto, Francesco Rizzo - si sono verificati una serie di incidenti strutturali che si potevano evitare e che non hanno avuto conseguenze gravi con coinvolgimento dei lavoratori solo per pura fortuna e casualità. Tutti gli incidenti sono attribuibili alla mancanza di manutenzione ordinaria. Anche stavolta siamo vivi. ArcelorMittal passi dalle parole ai fatti immediatamente prima che qualcuno muoia ammazzato da questi impianti. Tra poche ore proclameremo una giornata di sciopero per il rispetto della salute e della sicurezza nella fabbrica".

“Questi incidenti accadono anche perché si svolgono operazioni con una richiesta ben oltre il limite di portata dei carroponti e quindi non previsti dalle loro schede tecniche. – specifica la nota a firma del sindacato - Per questo motivo, quando i lavoratori si rifiutano di svolgere queste operazioni pericolose che non seguono le pratiche operative, le manovre vengono effettuate direttamente da capiturno o dai capi reparto. Ciò significa mettere a rischio la vita dei lavoratori oltre a quella di chi si azzarda a svolgere manovre improprie su impianti che ogni giorno rappresentano un pericolo perché fatiscenti e privi di manutenzione”.

Fanizza Group Carglass