17
Lun, Giu

Usb Taranto attacca ArcelorMittal: “Rapporto disciplinare contro chi denuncia”

Usb Taranto attacca ArcelorMittal: “Rapporto disciplinare per chi denuncia”

Attualità

Il sindacato punta il dito contro la società dettasi nella giornata di ieri “disposta al dialogo”, ma decisamente "meno aperta" verso chi rileva inadempienze in fatto di sicurezza. “Siamo tornati ai tempi dei Riva”

“L'azienda notifica un rapporto disciplinare ad un nostro delegato semplicemente perché è infastidita dai numerosi interventi di denuncia nell'ambito della sicurezza nei luoghi di lavoro”,. Usb Taranto attacca ArcelorMittal e addita la gestione del siderurgico in mano alla neo proprietà sulla questione sicurezza. Il sindacato diffonde immagini relative alla fabbrica e precisa: “Alessandro Damone, RSU ed RLS dell'USB è un lavoratore che ha denunciato, solo nell'ultimo mese, decine di gravi situazioni che mettono a rischio la salute dei lavoratori: la presenza di amianto nei reparti CCO2, 3 e 4. Denunce che hanno dimostrato come l'azienda non era al corrente dei siti in cui le pericolose fibre erano volatili nei reparti frequentati dai lavoratori”

Da questa mattina - aggiunge USb - stiamo provando a contattare i responsabili dell'ufficio del personale per segnalare le gravi anomalie ambientali e di sicurezza che si presentano nelle aree delle acciaierie. Mentre riceviamo contestazioni disciplinari i nostri delegati denunciano quanto si evince da ciò che documentiamo: stoccaggio improprio di rifiuti e materiali da risulta, fusti di olio esausto abbandonati con versamenti sul terreno in aree cimitero di carpenterie abbandonate. Tutti materiali potenzialmente dannosi per l'ambiente e per la salute posti all'interno delle aree dei reparti in stato di totale abbandono e senza classificazione ed identificazione”.

Secondo il sindacato Arcelor annuncia “disponibilità al dialogo ma usa lo strumento del rapporto disciplinare per ostacolare il lavoro dell'USB che ha portato l'azienda in Tribunale sino a farla condannare dal Giudice del Lavoro per comportamento antisindacale”.

"Per quanto ci riguarda – dichiara il coordinatore provinciale Francesco Rizzo - possiamo solo dire che di fronte a queste azioni attueremo una dura battaglia nei confronti di una azienda rappresentata da personaggi oscuri che hanno attuato politiche che calpestano ancora oggi i diritti dei lavoratori così come sin dai tempi dei Riva ed ora continuano a metterle in atto indossando le vesti di ArcelorMittal".

Fanizza Group Carglass