23
Mar, Lug

Incidente ex Ilva: difficoltose le operazioni di messa in sicurezza

Incidente ex Ilva: difficile l’operazione di messa in sicurezza

Attualità

Ardua l’attività dei Vigili del Fuoco impegnata in queste ore, nello specchio d’acqua dove, nella giornata di ieri, è crollata una gru sulla quale era in servizio l’operaio 31 enne di Fragagnano, Cosimo Massaro

Sono al momento sospese le operazioni di messa in sicurezza dello specchio d’acqua adiacente il quarto sporgente dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto. Non facile l’intervento dei Vigili del Fuoco reso ancor più problematico dallo stato del luogo. Quest’oggi la Capitaneria di Porto ne ha interdetto la navigazione in virtù delle condizioni di pericolo in atto. Il mezzo crollato, al momento risulterebbe fuori binario, continuando a cigolare in attesa di staccarsi del tutto. Dunque ardua l’attività dei sommozzatori impossibilitati ad operare agevolmente. I tempi potrebbero essere più lunghi del previsto. A pattugliare la zona, posta quest’oggi sotto sequestro dall’Autorità Giudiziaria, una motovedetta della Capitaneria jonica. Intanto cresce il timore per le sorti dell’operaio 31 enne, di Fragagnano, Cosimo Massaro ancora disperso. L’uomo si trovava in servizio nella cabina della gru DM5 quando una tromba d’aria lo ha travolto trascinandolo in mare.  

Fanizza Group Carglass