Decoro urbano, la rivoluzione gentile per difendere la bellezza