11
Mar, Ago

Dal vinile a Spotify: una storia in musica

Dal vinile a Spotify: una storia in musica

Cultura

Roberto Razzini racconta, con l’occhio di un protagonista del mondo musicale, l'evoluzione di canzoni e autori rimasti nella mente di chi ascolta

Si intitola "Dal vinile a Spotify - Quello che resta sono le canzoni" il libro scritto da Roberto Razzani, Managing Director di Warner Chappell Music italiana, presentato al Diluvio Festival 2020 lo scorso 30 luglio.

L'opera, pubblicata dalla casa editrice People, è una storia a metà strada tra il racconto biografico e un saggio sulle evoluzioni del mercato musicale italiano e internazionale degli ultimi quarant'anni. A due settimane dall'uscita e ancora tra i primi cinque libri più venduti da Amazon nella sua categoria.

Dal vinile, oggetto di culto per tanti appassionati, all'ascolto mordi e fuggi e fluido dello streaming, passando dal palco di Sanremo a quello di XFactor. Cambia il modo di fruire la musica, ma le canzoni e gli autori restano. Così Roberto Razzini, che ha da poco festeggiato trent'anni di lavoro alla Warner Chappell, con un occhio attento di chi è stato ed è protagonista dietro le quinte dei molti successi di queste ultime 3 decadi, analizza le evoluzioni dei supporti e dei sistemi per ascoltare le canzoni che più ci piacciono.

Razzani è convinto che nel settore musicale l'unico limite sia quello della fantasia, sottolineando come anche se gli strumenti d'ascolto cambino, ci sono cose che restano le stesse.

“A dispetto dei grandi mutamenti che sempre hanno attraversato e attraverseranno la musica, siano tendenze sociali, culturali, economiche, tecnologiche, o persino sanitarie, come in questo strano 2020, alcune cose non cambieranno mai. Quella a cui sono più legato è la sensazione quasi indescrivibile, quel senso di illuminazione che si prova sentendo una nuova canzone e sapendo sin dalle prime note che sarà qualcosa di unico. Spero di continuare a provare questa sensazione ancora a lungo”.

Il libro è accompagnato da una colonna sonora racchiusa in una playlist di Spotify, curata dallo stesso Razzini, contenente una selezione dei brani citati, oltre ad alcune delle pietre miliari degli artisti menzionati. Qui il link per accedere alla playlist (https://bit.ly/dalvinileaspotify), contenuta anche nella versione eBook e in quella fisica del libro.

La giornalista di Radio 24, Marta Cagnola, nella sua prefazione presenta "Dal vinile a Spotify" così: “State per leggere un racconto di vita, ma anche un piccolo manuale di storia recente della discografia italiana. Dal vinile a Spotify, certo, ma passando per qualche decennio di rivoluzioni, che ogni volta sembravano dover distruggere e ricostruire il settore da capo. Ritroverete le classifiche, le star del momento o le leggende eterne, anche con qualche gustoso dettaglio visto dal backstage: dalla costruzione dei grandi successi, alla scoperta di nuovi personaggi, alle colonne sonore delle pubblicità storiche. I momenti d'oro e quelli di crisi, del passato e del presente”.