22
Gio, Ott

“Il riscatto da Taranto passa per l’autonomia della sua Università”

“Il riscatto da Taranto passa per l’autonomia della sua Università”

Cultura

Il sindaco interviene sui vari step programmatici che quest’oggi hanno visto coinvolta la città in occasione della visita del premier Conte quest’oggi nel capoluogo jonico

“Nel nostro programma amministrativo, a proposito di obiettivi collegati al sistema dell'istruzione di alto livello ed alle sue potenziali ricadute sul nuovo modello di sviluppo che stiamo costruendo, nella direzione della emancipazione dalla monocultura industriale, l'istituzione di un corso di medicina a Taranto ed una azione verso l'autonomia formale dell'università del capoluogo ionico erano state espressamente indicate dai cittadini come elementi indispensabili per la transizione della nostra città”. Questo l’incipit dell’intervento del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci in occasione della inaugurazione del corso di Laurea in Medicina e Chirurgia nella sede della ex Banca d’Italia alla presenza del premier Giuseppe Conte.

Dal primo cittadino la necessità che Taranto rivendichi la sua autonomia universitaria.

Il primo cittadino ricorda la convenzione del 2019 quando dal Comune furono stanziate “le prime risorse per il polo universitario jonico e stabilito una clausola vincolata sugli studi in medicina”  

“Nel contempo, grazie all'attivismo della nostra Camera di Commercio, abbiamo l'opportunità di tenere tutte le istituzioni e il mondo economico e delle professioni intorno al tavolo col quale richiedere al Governo, per il tramite del Sottosegretario di Stato Mario Turco, un accordo di programma rapido e sostanzioso, con il quale portare a termine entro un triennio questo ennesimo ambizioso progetto.  – aggiunge Melucci - Confermiamo la decisa volontà dell'Amministrazione comunale di realizzare questa autonomia universitaria, insieme con tutte le forze vive del territorio, al di là delle resistenze di chicchessia e delle complessità che siamo intenzionati ad affrontare in tempi brevi. Ricordo a me stesso che l'università è una pubblica amministrazione, non è proprietà esclusiva di alcun territorio o alcun soggetto. - sottolinea il primo cittadino - Perciò, mi aspetto sul punto la collaborazione di tutti nei prossimi mesi”.