BREAKING NEWS
Domenica, 22 Ottobre 2017
"Wind day. Libertà negate ai cittadini, un favore agli inquinatori". Domani dalle 10.30 alle 12.30 sit in di protesta, organizzato dai "Genitori Tarantini",  sotto la Prefettura

"IO T'AMO"

Cultura
Typography

"Dodicesimo Uomo" propone una mostra storica sul Taranto che fu in occasione dei 90 anni del sodalizio calcistico. Cimeli e ricordi raccolti da Valdevies, Esposito e Molendini in esposizione al Castello Aragonese

Un racconto d’amore lungo novant’anni. E’ il claim della mostra organizzata dal Club “Dodicesimo Uomo”, che avrà luogo nelle sale interne del Castello Aragonese, da giovedi 21 a lunedi 25 settembre. L’organizzazione senza scopo di lucro e di utilità sociale di nuova formazione vuole farsi promotrice della salvaguardia del patrimonio sportivo e sociale rappresentato dalla Storia del Taranto Calcio che proprio quest’anno festeggia il 90° anno di vita, e vuole valorizzare le “radici del pallone made in Taranto”, come si legge testualmente nella nota di presentazione dell’evento, con l’intento prioritario di tramandarle alle nuove generazioni che nei primi anni di vita hanno conosciuto quasi esclusivamente l’inferno dei Campionati Dilettanti. Saranno esposti e messi a disposizione del pubblico godimento maglie e cimeli storici del Taranto Calcio, alcuni dei quali assolutamente inediti, ma durante le giornate di apertura si susseguiranno anche alcune vecchie glorie che hanno indossato la maglia rossoblù, soprattutto negli anni fecondi della Serie B. Per la cura della mostra l’Associazione “Dodicesimo Uomo” si è affidata a tre “specialisti” che rispondono ai nomi di Franco Valdevies, unico riconosciuto e attendibile Storico del Taranto ed i collezionisti di maglie Carlo Esposito e Nico Molendini.
In una nota diffusa alla Stampa il presidente del Club Mimmo Frusi spiega che “l’idea di realizzare la mostra era uno dei primi scopi del Club, sin dalla fondazione, per valorizzare ciò che è stato, rendendolo fruibile a tutti. Vogliamo riportare alla luce quelle pagine, ai più sconosciute, che assumono un significativo valore nell’arco dei novant’anni del Taranto. Stiamo ultimando i contatti per far giungere in città durante i giorni della mostra vecchie glorie rossoblù, siano essi allenatori, calciatori ma anche vecchi storici dirigenti che a distanza di anni sono rimasti nel cuore dei calciofili tarantini. I nomi importanti sono tanti e ci riserviamo di svelarli a tempo debito. Speriamo di riuscire a coinvolgere il maggior numero di appassionati per contribuire al rinnovo dell’amore del calcio nostrano da parte di una piazzache storicamente non ha mai fatto mancare alla squadra il proprio supporto”.
L’inaugurazione è programmata al Castello Aragonese di Taranto, per le ore 18:00 di giovedi 21 p.v. e sarà aperta dalle ore 09:30 alle ore 12:30 e dalle 17:00 alle 22:00, sino a lunedi 25 settembre 2017, con ingresso gratuito.