20
Mar, Nov

I giardini degli artisti: il coraggio di coltivare sogni

I giardini degli artisti: il coraggio di coltivare sogni

Cultura

A Castellaneta Marina, in una struttura dell’ex ENAOLI, una coppia di sognatori fattivi avvia un progetto di riqualificazione volto all’incontro tra artisti e all’aggregazione sociale, oltre ogni tipo di differenza. E dal 24 al 29 luglio si parte con “ArtWork Fest”, concorso artistico patrocinato dal Comune

A Castellaneta Marina sta accadendo qualcosa di poetico e titanico, che merita attenzione. Si tratta de “I Giardini degli Artisti”, un’iniziativa che nasce dalla visionarietà fattiva e dalla capacità di darsi per un’idea che abbia una valenza sociale forte, oltre che artistico-culturale,  componenti costanti nell’azione dei due promotori che ne hanno concepito l’azzardato e meritorio disegno : Valentina Fornari e Francesco Lozito. Questa coppia di sognatori armati (educatrice, poetessa e tanto altro lei; attore, regista e tanto altro lui) è riuscita ad aggiudicarsi un bando (PIN - Pugliesi Innovativi) grazie al quale riqualificheranno una parte della fatiscente struttura dell’ex ENAOLI di Castellaneta Marina, per realizzarne uno spazio di incontro tra aspiranti artisti e artisti affermati, restituendo almeno a un settore della gloriosa struttura originale la sua potente funzione sociale e aggregatrice, che per decenni (fino agli anni ‘80) l’aveva caratterizzata. Come spiega commovendosi l’ex Direttore della stessa, Antonio Lioi, il “Professore”, che generazioni di allora ospiti dell’ENAOLI ricordano con l’affetto che si prova per un padre  speciale, quale davvero ha saputo essere per  tanti bambini e ragazzi sfortunati che in questo luogo hanno trovato molto di più di quello che la semplice funzione di assistenza e formazione prevedesse. E dunque Antonio è uno degli amici (e parenti) che tutti i giorni cerca di dare una mano a Vale e Francesco  per rendere nuovamente vivibile un luogo diventato una sorta di discarica. Un lavoro scoraggiante. Per non dire della situazione dei servizi : tubazioni, scarichi, impianto elettrico….Tutto da rifare ex novo. E loro lì, animati da una fede incrollabile, la solita del resto, per chi li conosce. Potare, raccogliere monnezza, scaricare, chiudere buchi, intonacare, scartavetrare, pittare, rimuovere accrocchi di ogni genere… riscaricare, stare attenti ai furti, insistere per lo smaltimento, insistere per tutto. Insistere. E sbrigarsi. Perché per lanciare il progetto si partirà con “ArtWork Fest” (“Artisti e artigiani rigenerativi”),  un concorso artistico patrocinato dal GAI (Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani) e dal Comune di Castellaneta,  che si terrà dal 24 al 29 luglio, al quale hanno aderito gli artisti Mariangela Annoscia, Rocco Castellano, Nicola Curri, Antonella De Santis,  Antonella Dongiovanni, Maria Giulia Fuina, Ilaria Massa, Angelo Scardino e Maria Tanzarella con idee veramente strabilianti e tecnicamente molto impegnative volte a riqualificare il luogo al contempo segnandone la strada creativa che in seguito ispirerà i numerosi laboratori che gli ideatori intendono avviare appena completati i lavori. Sarebbe bello se in tanti  (tra cittadini del posto, turisti e non solo) mostrassero, già solo con la partecipazione all’evento, di volersi fare parte attiva di questo visionario processo di rinascita e sincera collaboratività, oltre ogni squallida e poco dignitosa bega individualistica e/o disfattismo  critico che purtroppo in alcune situazioni la nostra realtà locale ha mostrato di perpetrare a danno del bene comune e della bellezza.

Info: igiardinidegliartisti@gmail.com
    www.facebook.com/igiardinidegliartisti.it
    www.istagram.com/igiardinidegliartisti/