17
Lun, Dic
BREAKING NEWS
Domenica, 16 Dicembre 2018
TARANTO VITTORIOSO PER 1-0 A POMIGLIANO. Prima marcatura in rossoblù per l'attaccante Croce

Il chitarrista Yamashita a Taranto in esclusiva per il Sud Italia

Il chitarrista Yamashita a Taranto in esclusiva per il Sud Italia

Cultura

Quest’anno il virtuosista nipponico eseguirà integralmente i “24 Caprichos de Goya” scritti da Castelnuovo-Tedesco

Torna a Taranto la chitarra classica di Kazuhito Yamashita, classe ’61, dopo il concerto dello scorso anno all’Auditorium Tarentum nel quale eseguì le suite per violoncello 4, 5, 6 di Bach. Nato a Nagasaki, sin dall’adolescenza ha sfoggiato il suo prodigioso talento al cospetto delle sei corde, il giapponese ha nel suo curriculum musico-professionale più di ottanta dischi alle spalle, ai quali si aggiungono i numerosi premi e riconoscimenti dal pulpito di prestigiose istituzioni mondiali ed europee. Domenica 7 ottobre alle 19:30 presso il Salone di Rappresentanza della Provincia di Taranto, il virtuosista nipponico eseguirà integralmente i 24 Caprichos de Goya op. 195 scritti nel 1961 dal compositore italiano naturalizzato statunitense, Mario Castelnuovo-Tedesco, ispirandosi all’omonimo ciclo di 80 tavole in acquetinte e acquaforte firmate dal pittore spagnolo Francisco Goya verso la fine del 1700. La scelta dell’esecuzione non è casuale: quest’anno si celebra il 50° anniversario dalla morte di Castelnuovo-Tedesco, nato a Firenze nel 1895 e costretto ad emigrare insieme alla sua famiglia a causa dell’emanazione delle leggi razziali, poiché ebreo. Molti gli spettacoli in sua memoria sparpagliati per i teatri italiani ed internazionali, celebrando alcune fra le composizioni più ricche e particolari del Novecento, e quindi doppia esclusiva per Taranto: unico evento a Sud sia per l’esecutore, Yamashita, che per l’autore, Castenuovo-Tedesco, per un concerto di musica classica della durata stimata di ben tre ore.
Le già menzionate tavole dipinte da Goya destarono molta inquietudine nella società dell’epoca, poiché furono eseguite con l’intento di mostrare in maniera nuda e cruda tutte le superstizioni, i vizi, le bassezze della società spagnola di quei tempi, a tal punto che il Tribunale dell’Inquisizione decise ti togliere queste opere dalla circolazione, dal commercio, e dall’esposizione al pubblico. La crudezza delle immagini di Goya è evocativa dell’insofferenza umana, e la sua trasposizione chitarristica operata da Casteluovo-Tedesco ed eseguita magistralmente da Yamashita, non susciterà meno emozioni alle orecchie degli ascoltatori: il chitarrista dovrà affrontare un’impresa fisica non indifferente, nel mezzo della quale saranno previsti più intervalli per permettergli di recuperare le forze e la concentrazione. I biglietti del concerto organizzato dall’Associazione Jonica della Chitarra, in collaborazione con l’Associazione Musicale Euterpe, possono essere acquistati al prezzo di soli 15 euro presso il negozio “Basile Strumenti Musicali” in Via Matteotti 14 a Taranto, o sul sito www.associazionemusicaleeuterpe.com. Per maggiori info, i contatti sono sulla pagina dell’evento Facebook al link: https://www.facebook.com/events/1966666890045622/.