18
Ven, Gen

Per non perdere la memoria

Per non perdere la memoria

Cultura

Il Comitato Qualità della Vita organizza una iniziativa come omaggio ai caduti del tragico bombardamento del Porto di Taranto e dell'attentato di Nassirija avvenuto nel 2003

Nella sala Europa dell’Istituto IISS Pacinotti ieri, venerdì 9 novembre, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di “La Notte di Taranto 11 novembre 194…Gli Eroi di Nassirija”, un sentito omaggio ai caduti dell’attacco aereo contro il Porto di Taranto durante la seconda guerra mondiale e i caduti nell’attentato di Nassirija.
Il Professor Carmine Carlucci, presidente del Comitato Qualità della Vita e promotore dell’iniziativa, ha ricordato Simona Carpignano, la giovane studentessa tarantina che ha perso la vita nel crollo del palazzo in cui viveva a Marsiglia, a cui sarà assegnata l’otto marzo la Targa Mimosa D’Argento, e il vice brigadiere dei carabinieri Emanuele Reali, travolto da un treno durante lo svolgimento del suo lavoro, a cui sarà dedicata una pergamena.
L’evento è suddiviso in due giorni. Domenica 11 novembre, alle ore 10.00 presso il Monumento dei Caduti alla Discesa Vasto, ci sarà l’omaggio alle vittime della Notte di Taranto, la Pearl Harbor italiana, in cui la flotta navale della Regia Marina italiana riportò gravi danni in seguito ad una massiccio bombardamento ad opera della flotta aerea della Royal Navy britannica.
Inoltre, dalle 10.30 alle 12 e alle 16.30 alle 20.00, il Comitato Qualità della Vita, insieme all’Associazione Nazionale vittime civili di guerra, saranno in Piazza Giovanni XXIII con il gazebo “Stop alle bombe civili” con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e i ragazzi sui gravi danni causati dalla guerra e della bombe, che sempre più colpiscono le popolazioni civili generando morte e mutilazioni, attraverso il progetto “Conoscere per riconoscere” avviato nelle scuole dallo scorso anno.
L’obiettivo che si vuole raggiungere, oltre a ricordare gli orrori della guerra e ravvivare la memoria di una città, è quello di instaurare un dialogo con i cittadini per parlare di università, di evidenziare il degrado dei beni culturali tarantini. Al gazebo sarà inoltre possibili sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare lanciata dall’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani, per l’introduzione dell’educazione alla cittadinanza, proposta che vede coinvolto anche il consigliere comunale Giovanni Azzaro. Al gazebo sarà presente anche il Movimento Federalista Europeo.
Il professor Carlucci ha poi invitato la cittadinanza domenica 11 dalle ore 20.00 ad accendere sui davanzali delle finestre un cero per ricordare i caduti e come segno di speranza per un futuro più luminoso per la città nel segno dei valori.
In occasione dell’anniversario dell’attentato avvenuto a Nassirija nel 2003, lunedì 12 novembre si terrà un omaggio ai carabinieri che hanno perso la vita in quella terribile tragedia, con la partecipazione della fanfara del Liceo Archita e il coro dell’Alfieri. Dopo si svolgerà presso l’Istituto Pacinotti il seminario di studi “Leonardo Da Vinci, UC12, Notte di Taranto, Casavola …Nassirija. Grande guerra, seconda guerra mondiale, missione di pace”.
Prenderanno parte all’incontro il dirigente scolastico del Pacinotti Vito Leopardo, l’Ammiraglio Claudio Confessore che parlerà della grande guerra, il Capitano di Fregata Antonio Tasca che relazionerà sulla Notte di Taranto, la Professoressa Elena Casavola e il Professor Antonio Fornaro che affronterà il tema “Città e Notte di Taranto”. Inoltre, interverranno anche gli studenti del Pacinotti, dell’Alfieri e dell’Acanfora, scuola che ha ricevuto dal Presidente della Repubblica la bandiera italiana, e i testimoni della notte dell’undici novembre 1940.