17
Lun, Dic

I Placebo a Taranto: spettacolo sulla Rotonda

I Placebo a Taranto: spettacolo sulla Rotonda

Musica

Concerto che rimarrà letteralmente nella storia del capoluogo ionico quello che ha richiamato numerosissimi fans ieri sera sul Lungomare di Taranto

Un boato accoglie all’unisono la band britannica dei Placebo: Brian Molko (voce e chitarra), e Stefan Olsdal (basso) sono supportati turnisti che si rivelano sin da subito musicisti eccezionali. Molti i tarantini presenti al concerto, ma tantissimi i fans accorsi da tutta Italia per la data sold out dei Placebo, che risaliranno lo Stivale il 23 giugno, esibendosi nella più usuale Milano.
Era dai tempi dell’ondata New Wave al Tursport degli ‘80s con Ultravox, Simple Minds , New Order, Bauhaus, ed altri importanti nomi, che Taranto non viveva un’esperienza come quella di questi giorni: vedere il Borgo Umbertino invaso da un turismo sano, culturale, che si riunisce nella location (ndr, ancorché discussa) della Rotonda del Lungomare Vittorio Emanuele III, per poter apprezzare una rappresentazione artistica d’eccellenza, non è cosa di tutti i giorni in una città alla quale la cultura è stata negata per intere decadi.
Ma torniamo sotto al palco: con sprezzante ironia, il vocalist Molko non perde occasione di comunicare al pubblico la sua gioia di essere lì, servendosi di un italiano storpiato come il tedesco di Totò col “Generale Austriaco”, ma la piazza risponde benissimo: a chi indossa il vestito della rockstar, tutto è concesso.
Anche la scaletta è stata di ineccepibile rispetto: alcune delle loro canzoni più famose passano in radio dieci, forse venti volte al giorno, e sulle note di “Too Many Friends”, e “Song to Say Goodbye”, è impossibile non darsi alla pazza gioia, persino per i più timidi. Ma non sono mancati i momenti introspettivi, con “Protect Me From What I Want”, e “Without You I’m Nothing”, brano per il quale i Placebo si avvalsero della blasonata collaborazione di niente poco di meno che il Duca Bianco in persona; Sir David Bowie.
Concerto che rimarrà letteralmente nella storia del capoluogo ionico: l’intera Rotonda di Lungomare è stata trasformata in un corpo unico a botte di schitarrate. Un buon modo per potersi godere l’ultimo Rock che è sul mercato globale: i Placebo (od almeno i primi Placebo), appartengono a quell’ondata al contempo Pop e Revival del Punk (sempre sia lodato), che permette loro di stare su ogni stazione radio e su ogni palco del mondo. Un Rock versatile, ma che nel live tarantino non è mancato di sapienti passaggi musicali: un’ora e mezza di libidine per tutti i presenti.

Questa sera sarà la volta di Nitro al consueto appuntamento estivo del Raffo Fest, per l’occasione inserito nella cornice del Medimex. Il rapper sarà preceduto da Canzoniere Grecanico Salentino, Egreen, Fido Guido, e Zakalicious, per poi lasciar spazio al dj set con Daddy G (Massive Attack).