12
Dom, Lug

Taranto, visita alla nuova sede della facoltà di medicina

Taranto, visita alla nuova sede della facoltà di medicina

Università

 L'ASL Taranto ha presentato i progetti di riuso dell'ex Banca d'Italia. Presenti all'incontro il sindaco Melucci, il governatore Emiliano e il rettore dell'Università di Bari Bronzini

Il presidente della Regione Puglia insieme al Sindaco di Taranto, al Rettore dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, al Direttore della ASL TA e al presidente della Provincia di Taranto ha visitato oggi la futura sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia a Taranto e preso visione del progetto di riutilizzo del prestigioso edificio.

Nella riunione del CIS del 22 maggio scorso, alla presenza del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, del Sottosegretario Mario Turco e di tutti i componenti del “contratto interistituzionale di Sviluppo per Taranto” è stato definitivamente approvato il piano di utilizzo della ex sede della Banca d’Italia per ospitare la facoltà di Medicina e Chirurgia a Taranto. A questo scopo sono stati destinati fondi regionali FSC per quasi 8 milioni di euro immediatamente disponibili per l’acquisto dell’immobile e per i primi interventi di allestimento; altri 3,2 milioni di euro saranno messi a disposizione del Ministero dei Beni Culturali per ulteriori interventi di restauro e riuso mentre per altri 2 milioni di euro saranno impegnati dal CIS per le apparecchiature e le tecnologie necessarie ad attrezzare i laboratori scientifici e didattici.

Quindi la Regione Puglia ha trasferito alla ASL di Taranto i fondi necessari per l’acquisto e la ristrutturazione dell’edificio mentre mediante una convenzione con l’Università di Bari si definiranno le modalità di utilizzo e gestione dell’immobile sia per le attività didattiche sia per la ricerca scientifica in ambito medico e sanitario.

Il presidente della Regione Michele Emiliano, insieme al Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, al presidente della Provincia Giovanni Gugliotti al Rettore Stefano Bronzini, al Direttore Generale dell’ASL Stefano Rossi, ha effettuato una visita per verificare lo stato del prestigioso edificio. Durante il sopralluogo è stato illustrato il progetto di riutilizzo per le attività didattiche e gli interventi di immediata realizzazione per consentire l’avvio dei corsi del primo anno già a partire dal prossimo mese di settembre.

"Oggi sono qui - ha scritto Michele Emiliano sulla sua pagina Facebook - per prendere visione direttamente del progetto di riutilizzo di questo prestigioso edificio ex Banca di Italia, che la Regione ha acquisito con la Asl per dare una sede alla Facoltà che stiamo rafforzando dopo l’avvio dell’anno scorso. Si tratta di un impegno che abbiamo preso assieme al sindaco Melucci, al rettore dell’Università di Bari, Bronzini, e al preside della facoltà, il prof. Gesualdo. Nella storia recente di Taranto mai sono state realizzate tutte insieme tante iniziative per il rilancio della città, una delle città più belle d’Italia e sicuramente una delle più belle della Puglia, che in questo momento vive problematiche anche severe".

"A Taranto - ha proseguito il governatore pugliese - non ci sono solo vertenze, ci sono anche progetti straordinari in corso. Oggi abbiamo firmato lo statuto del Comitato organizzatore dei Giochi del Mediterraneo, stiamo iniziando i lavori di ristrutturazione della Facoltà di Medicina, stiamo continuando ad investire in tutti i modi possibili insieme al Governo e soprattutto con la partecipazione centrale della comunità cittadina ed in particolare del Comune. Ancora una volta possiamo dire che le cose che diciamo, poi le facciamo. Questa per Taranto è una novità che io mi auguro incoraggi tutti ad andare avanti e a non mollare mai".