Breaking news
Sabato, 22 Luglio 2017
CROCIERE A TARANTO. Lunedì il quarto approdo della Thomson Spirit 

Tecnomessapia: si spera nella Cigs

Economia
Typography

L'azienda sospende i 177 licenziamenti, in attesa di trovare una nuova commessa. Si auspica possa essere presto firmato un accordo di Cassa Integrazione Straordinaria. Prossima convocazione al Mise per il sindacati il 20 luglio

Un incontro interlocutorio quello svoltosi ieri sera al Ministero dello Sviluppo Economico, incentrato, come stabilito dal viceministro allo Sviluppo Economico, on. Teresa Bellanova, esclusivamente sul caso Tecnomessapia. Una vertenza che solo ora approda sul tavolo del governo. Uno scenario che presto potrebbe presentarsi meno drammatico. I sindacati sono stati riconvocati al Mise per giovedì 20 luglio alle 14,00. In questi otto giorni Tecnomessapia si impegna a sospendere i licenziamenti dei 177 lavoratori, in attesa di trovare qualche commessa che possa ancora tenere in vita l’azienda. Se così fosse tra otto giorni, considerata l’auspicata ripresa dell’attività lavorativa, le parti sottoscriverebbero al Ministero un accordo di Cigs per tutti i lavoratori. La Fim Cisl si dice moderatamente soddisfatta, perché si incomincia ad intravedere una piccola luce in fondo al tunnel. «Abbiamo posto, ancora una volta all’attenzione del Mise – sostiene il segretario Fim Cisl, Michele Tamburrano - la necessità di parlare dei problemi del comparto aeronautico in generale, difendendo anche i lavoratori già usciti dal sistema lavorativo". La Fim Cisl chiede, ancora una volta, alla Regione Puglia e al Mise di individuare il percorso utile per risolvere il problema di tutti i lavoratori dell’indotto.