BREAKING NEWS
Venerdì, 18 Agosto 2017
 "VICOLI CORTI - CINEMA DI PERIFERIA". A  Massafra, domenica 20 agosto, serata conclusiva con la proiezione del film "La ragazza del mondo".

Un patto sociale per Taranto e Brindisi

Economia
Typography

Si è tenuto, presso la sede territoriale di Taranto, il Comitato Esecutivo della CISL Taranto Brindisi. Vi hanno preso parte il Segretario Generale Cisl Puglia, Daniela Fumarola, e il Segretario Generale territoriale, Antonio Castellucci

Azione di proposta, non solo di protesta quella che la Cisl porterà ancora avanti nei territori di Taranto e Brindisi, intensificando sempre più il lavoro sinergico tra le Federazioni di Categoria, in stretto raccordo con la Confederazione ed i rispettivi Coordinamenti, attraverso anche gli altri livelli dell’organizzazione, regionale e nazionale; e contestualmente, puntando a rafforzare il rapporto unitario con le altre organizzazioni sindacali confederali per stabilire il dialogo sociale e il confronto con le Istituzioni come metodo di lavoro. Questo ed altro nel Comitato Esecutivo della CISL Taranto Brindisi, presso la sede territoriale di Taranto. Evidenziata l'esigenza di confermare gli obiettivi dello sviluppo, del sistema produttivo esistente, così come dell’efficienza ed efficacia di tutta la Pubblica Amministrazione, dell'attrattività dell’area (Zes nei Porti di Taranto e di Brindisi, Zone franche, Portualità, ecc…), della salvaguardia occupazionale (diretta, dell’appalto e indotta), dell’occupazione aggiuntiva, del buon ambiente, di politiche sociali e socio-sanitarie coerenti con le specifiche esigenze territoriali, del futuro produttivo dell’ Ilva e della centrale Enel di Cerano. Si andrà avanti pertanto,in maniera determinata su entrambi i territori di Taranto e di Brindisi, con le vertenze come il caporalato, vero fenomeno criminale, e di sfruttamento di tanti uomini, donne e immigrati, che oltre al settore agricolo riguarda anche altri comparti produttivi come quello dell’edilizia. Assume importanza, come modus operandi nei due territori, la necessità sollevata nei confronti del neo Sindaco di Taranto e, prossimamente, del Commissario prefettizio di Brindisi, di un protocollo di relazioni sindacali mediante cui rapportarsi con le Organizzazioni Sindacali Confederali, in ordine alla complessità delle criticità in atto, in modo da potenziare sempre più la partecipazione e la corresponsabilità con le Istituzioni locali e gli Enti pubblici territoriali. Questo processo partecipativo deve essere rafforzato a Taranto per proseguire nel cammino finora virtuoso intrapreso con il Governo tramite il Contratto istituzionale di sviluppo (Cis), dove a fronte dei 900 milioni circa disponibili ne è già stato impegnato pressoché il 50% e la restante parte, in buona parte ed è ora disponibile una significativa quota per la realizzazione del nuovo Ospedale ‘San Cataldo’, ma anche a Brindisi per il cui territorio è in corso l’istituzione, anche in questo caso da parte del Governo, con il ministero della Coesione Territoriale e il Mezzogiorno di un Tavolo interistituzionale per lo sviluppo.