BREAKING NEWS
Domenica, 22 Ottobre 2017
"Wind day. Libertà negate ai cittadini, un favore agli inquinatori". Domani dalle 10.30 alle 12.30 sit in di protesta, organizzato dai "Genitori Tarantini",  sotto la Prefettura

Talò, Uilm Taranto su Ilva: “Passo indietro del Governo, prosegue la nostra battaglia"

Economia
Typography

Il segretario provinciale Uilm Talò commenta soddisfatto la massiccia partecipazione dei lavoratori dello stabilimento tarantino allo sciopero indetto dai sindacati metalmeccanici.  Salta intanto il tavolo dell’Ilva al Mise. “Quanto consumato oggi è solo un primo importante passo ma dobbiamo proseguire nella nostra battaglia”

“Ringrazio tutti i lavoratori dell'Ilva che, da questa mattina, hanno partecipato in maniera massiccia allo sciopero indetto dai sindacati metalmeccanici. La grande e convinta partecipazione di tutti i lavoratori ha costretto il governo a recedere e a cancellare una procedura che noi della Uilm riteniamo ingiusta, iniqua e penalizzante per tutti”. Questo il commento del segretario provinciale Uilm Taranto Antonio Talò, sullo sciopero dei lavoratori Ilva e in merito agli ultimi sviluppi del tavolo con il Governo.

 “Quanto consumato oggi è solo un primo importante passo, - prosegue Talò - ma sicuramente dobbiamo proseguire nella nostra battaglia, sino a quando il governo non prenderà consapevolezza che ai lavoratori, alla città di Taranto, alla provincia ionica, bisogna solo "dare", senza chiedere più niente. In questi decenni si è sofferto e si è pagato tanto, in termini di salute, ambiente, salario e occupazione”. “Oggi è il tempo in cui la politica e la società civile colgano il grande esempio che hanno dato i lavoratori e facciano sentire la propria voce, per vincere questa sfida. – conclude il segretario - E' necessaria unità d'intenti, tra sindacati, istituzioni, mondo della politica, lavoratori; tutti siano scevri da pregiudizi e colori politici. Ricordiamo che questa può essere l'unica vera occasione per cambiare radicalmente il destino di questo territorio”.