Breaking news
Domenica, 19 Novembre 2017
Santa Cecilia. ll Comune di Taranto e l’Istituto musicale “Giovanni Paisiello” presentano il concerto che si terrà nella sede del Dipartimento jonico

Usb, Ilva: un piano straordinario per nazionalizzare

Economia
Typography

Usb nazionale interviene sulla vicenda Ilva: “Basta con i faccendieri, bisogna costruire una campagna per la nazionalizzazione della Siderurgia di questo paese”  

“La cessione ad un faccendiere algerino senza alcuna garanzia di risorse adeguate per rilanciare lo stabilimento dal punto di vista produttivo e garantire investimenti sul terreno ambientale si è rivelata, non avrebbero dovuto esserci dubbi sin dall'inizio, un'operazione truffaldina che ha gettato in una situazione drammatica i lavoratori e Piombino” lo “scenario che si prospetta è quindi quello della progressiva liquidazione della siderurgia in Italia per passare ad un paese che lavora e distribuisce acciaio ma non lo produce”. Questo il commento dell’USB nazionale che interviene sulla questione Ilva e sul futuro assetto dello stabilimento siderurgico. Secondo il sindacato “va rigettato ogni tentativo di contrapporre ambiente e lavoro. Produrre in maniera diversa si può e si deve”.

“Il bilancio sullo stato del settore dovrebbe indurre il governo, la politica e le istituzioni – prosegue - a promuovere un piano straordinario per riportare sotto controllo pubblico la produzione dell'acciaio. Unica possibilità di coniugare salute, sicurezza, ambiente e lavoro. Tuttavia la vicenda Ilva – sottolinea ancora - dimostra che non esiste alcuna volontà di andare in questa direzione”. “Il governo cocciutamente”- dichiarano i portavoce – “si rende ostaggio di sciacalli e avvoltoi indisponibili a investire le risorse necessarie per l'ambientalizzazione, le bonifiche e il rilancio produttivo.  Soprattutto rendono i lavoratori e le popolazioni ostaggi di condizioni capestro imposte con il ricatto della disoccupazione”. 

Usb ha un insediamento significativo nel settore. “La vertenza Ilva ha, per la nostra organizzazione, l'obbiettivo di impedire che il modello Piombino ricada sulla più grande acciaieria d'Europa. Per queste ragioni il nascente coordinamento nazionale Siderurgia USB ha deciso di costruire una campagna per la nazionalizzazione della Siderurgia di questo paese. Nazionalizzare significa – conclude il sindacato -progettare forme di gestione e controllo partecipate e collettive. Significa ripensare al ruolo delle popolazioni e dei territori interessati nel rapporto con il patrimonio industriale pubblico”.