Breaking news
Domenica, 10 Dicembre 2017
Incidente nella notte. Scontro sulla Statale 172: un ferito

Natuzzi mantenga gli impegni

Economia
Typography

I sindacati e le rsu chiedono il ritiro della comunicazione relativa ai licenziamenti e che quindi venga riaperto lo stabilimento ginosino. Prosegue lo stato di agitazione con assemblee dei lavoratori presso tutti i siti

Le segreterie Feneal Uil, Filca Cisl e Filea Cgil insieme alle rsu della Natuzzi di Puglia e Basilicata, riunitesi oggi, stigmatizzano il comportamento dell'azienda e l'assenza di relazioni sindacali. Contestata la comunicazione inviata dalla Natuzzi ai Ministeri dello Sviluppo Economico e del Lavoro circa l'intenzione di applicare la legge 23/91.
L'azienda aveva reso nota l'intenzione di applicare l'articolo 17 che consente di procedere alla risoluzione di un numero di rapporti di lavoro uguale a quello dei lavoratori che vengono reintegrati. Ciò in relazione ai ricorsi presentati da alcuni dei dipendenti licenziati, e accolti dal Tribunale di Bari.
Segreterie e rsu chiedono dunque il ritiro immediato della comunicazione relativa al licenziamento e che vengano rispettati gli impegni presi su piano industriale e ammortizzatori sociali; questo determinerebbe il mantenimento dei livelli occupazionali e la riapertura del sito di Ginosa. Confermato lo stato di agitazione del personale dipendente, in attesa della prossima convocazione presso il Ministero dello Sviluppo Economico.