23
Mar, Ott

Ilva, esuberi: confronto rinviato ad ottobre

Ilva, esuberi: confronto rinviato ad ottobre

Economia

E’ stato rinviato il confronto tra organizzazioni sindacali e l’Ilva in amministrazione straordinaria sulla gestione degli esuberi. L’incontro previsto per questa mattina al mezzogiorno nello stabilimento di Taranto slitta dopo il primo ottobre

E’ stato rinviato il confronto tra organizzazioni sindacali e l’Ilva in amministrazione straordinaria sulla gestione degli esuberi. L’incontro previsto per questa mattina al mezzogiorno nello stabilimento di Taranto slitta dopo il primo ottobre. Fim, Fiom, Uilm e Usb, in una nota indirizzata al responsabile delle Risorse Umane dell’Ilva in amministrazione straordinaria Claudio Picucci e, per conoscenza al Mise e al Ministero del Lavoro, hanno chiesto “un esame congiunto in sede ministeriale della procedura di mobilità” dicendosi disponibili al confronto a partire dal primo ottobre. Sulla scorta dell’accordo siglato con ArcelorMittla lo scorso 6 settermbre, l’Ilva in amministrazione straordinaria ha inviato a sindacati e istituzioni la lettera di “Avvio procedura licenziamento collettivo” ex legge 223. Il dibattito sugli esuberi si pone come centrale nell’intesa sul siderurgico il cui assetto futuro prevede 10.700 assunzioni subito (di cui 8200 nel sito di Taranto) secondo criteri già stabiliti e la piena occupazione entro il termine del piano industriale. L’esubero strutturale dichiarato risulta pari a 2.586 dipendenti su 10826; a Genova di 467 addetti su un organico di 1472.