11
Mar, Dic

Lavorare non stanca

Lavorare non stanca

Economia

Stabilizzati, nella giornata di ieri, oltre 100 lavoratori delle imprese "Castiglia" e "Quadrato". Plauso unanime dei sindacati per le due realtà produttive dell'appalto Ilva. Natale Castiglia: "Con Mittal si apre un nuovo corso per l'area tarantina e il suo sitema socio-economico"

Giornata storica per il lavoro - quella di ieri - in terra ionica. In un’impresa dell'appalto Ilva, la “Castiglia Srl”, al  termine di una lunga trattativa sindacale si è riusciti a dare stabilità a 58 lavoratori:  i loro contratti sono stati trasformati a tempo indeterminato. Stesse condizioni sono state applicate ad un’altra quarantina di lavoratori dell’impresa “Quadrato”: anch’essa facente parte dell’indotto Ilva. Plauso unanime è giunto da parte dei sindacati, per questo risultato che ha dell’eccezionale considerato il particolare frangente storico ed economico. La Fim Cisl, presente al tavolo con il suo rappresentante Vincenzo Castronuovo, commenta con soddisfazione la chiusura della trattativa: "Si tratta di un grandissimo risultato. Siamo riusciti a dare certezze a 58 famiglie dei lavoratori dell'indotto. Un fatto importante se si considera che la precarietà regna sovrana nelle piccole e medie aziende dell'appalto Ilva. Abbiamo trasformato con l'accordo sindacale  - evidenzia Vincenzo Castronuovo - 58 contratti a tempo indeterminato della ditta Castiglia. Veder sorridere i lavoratori e un qualcosa che ti riempie il cuore". Identiche considerazioni sono state formulate da Francesco Risso dell’USB: “
“Si tratta di due ottimi accordi siglati nelle ditte Castiglia e  Quadrato, aziende di appalto Ilva. In entrambe le realtà produttive abbiamo ottenuto il tempo indeterminato per quasi 100 lavo e siamo in trattativa per i rinnovi dei contratti integrativi. Riconosciamo a queste aziende  il coraggio di lanciare messaggi positivi  in un momento cruciale per l'appalto Ilva, confermando quasi 100 operai, garantendo continuità lavorativa per tutti gli altri e individuando percorsi ulteriori di stabilizzazione. Su proposta sindacale, l’azienda Quadrato ci ha confermato che a breve partiranno convenzioni in favore dei dipendenti per accesso agevolato al micro-credito, per i servizi sanitari e di trasporto e assicurazioni auto”. Il nuovo corso che potrà determinarsi con l’acquisizione di Ilva da parte di Arcelor Mittal lascia ben sperare per il futuro. A pensarla in questo modo è Natale Castiglia: “Sento di ringraziare la nuova proprietà dello stabilimento siderurgico. Sono convinto che, grazie al loro know how, alle abilità industriali che hanno reso i franco-indiani il primo gruppo mondiale per la produzione di acciaio, Taranto - e il suo sistema delle imprese - potranno trarre un grande vantaggio.  Inizia una nuova era, adesso tocca a noi traguardarla”.