12
Lun, Nov

Rilancio mitilicoltura e itticoltura tarantina, al via Tavolo Tecnico

Rilancio mitilicoltura e itticoltura tarantina, al via Tavolo Tecnico

Economia

Rilanciare le attività di mitilicoltura ed itticoltura tarantina. Questo lo scopo del Tavolo Tecnico che ha visto coinvolti Prefettura, Comune di Taranto e Commissariato alle bonifiche. Al centro del dibattito tra Commissione di Bonifica, Vicesindaco e rappresentanti della categoria produttiva, proprio la ripresa del settore

Rilanciare le attività di mitilicoltura ed itticoltura tarantina. Questo lo scopo del Tavolo Tecnico che ha visto coinvolti Prefettura, Comune di Taranto e Commissariato alle bonifiche. Nelle ultime due settimane, al centro del dibattito tra Commissione di Bonifica, il Vicesindaco Valentina Tilgher e rappresentanti della categoria produttiva, proprio la ripresa del settore.

Al via la verifica dei requisiti per la progettazione del punto di sbarco in via delle Fornaci e all’interno del Piano delle Coste, una più sistematica distribuzione dei Punti di Sbarco ed i collegamenti fra di essi. Rimossa la piattaforma galleggiante e riqualificata l’area, l’Amministrazione e il Commissario di Bonifica proseguono con la progettazione di strutture idonee. Necessario sollevare ambigue attività che non operano nella piena legalità. A tale scopo fondamentali condizioni di tracciabilità, trasparenza e trasformazione dei mitili in loco con etichettatura di provenienza del prodotto.

“L’obiettivo dell’operazione – afferma il Vicesindaco - è di sviluppare e di rendere competitiva la produzione tipica del territorio tarantino, consentendo di affacciarsi su mercati di più ampia formazione, creando un comparto in grado di consentire lo sviluppo e il sostentamento delle aziende del settore”.  “La forte volontà è quella di eliminare gli alibi che alimentano quei soggetti che operano nell’illegalità. – spiega il sindaco Melucci - Vogliamo avviare un approfondito controllo delle attività e la soppressione dell’abusivismo, godendo del supporto delle istituzioni preposte”. Il Commissario di Bonifica seguirà la progettazione del punto di sbarco, fino al completamento di un progetto definitivo.