17
Sab, Nov

Al via il progetto della Regionale 8

Al via il progetto della Regionale 8

Economia

Al via la Regionale 8. Entro il 2019 sarà pubblicato il bando di gara per la messa in opera di un'arteria importantissima, che con una rete viaria di 53 km collegherà la città di Taranto all'estrema periferia orientale della provincia ionica

“La Regionale 8 si farà. Entro il 2019 sarà pubblicato il bando di gara per la messa in opera di un'arteria  importantissima, che con una rete viaria di 53 km collegherà la città di Taranto all'estrema periferia orientale della provincia ionica, passando per i comuni di Leporano, Pulsano,Lizzano, Torricella, Maruggio, Manduria, Avetrana, attraverso anche le isole amministrative del comune capoluogo”. A comunicarlo l’assessore allo Sviluppo economico, Mino Borraccino che restituisce l’esito dell’incontro questa mattina a Taranto, nella sede di Confcommercio, alla presenza dell’assessore regionale ai Lavori Pubblici Giannini e di alcune associazioni di categoria e dei sindaci dei comuni orientali della provincia interessati dall'attraversamento dell'arteria.

“L'assessore Giannini  - spiega Borraccino -ha fornito delle rassicurazioni circa la  realizzazione dell'opera che reputo strategica e alquanto importante per l'economia soprattutto turistica del territorio. Di comune accordo abbiamo deciso  di aggiornare questa discussione presso la sede regionale dell'Assessorato alle Opere pubbliche per meglio sviluppare gli aspetti più propriamente tecnici, alla presenza anche del Direttore dell'Agenzia Asset, che affiancherà la Provincia di Taranto nella realizzazione e nella definizione della fase progettuale”. Secondo l’esponente politico sussisterebbero ancora alcune perplessità relative al progetto depositato, sollevate dal Comitato VIA, poi sarà possibile “procedere speditamente” con la realizzazione dell'opera.

“Ad oggi – conclude - sono a disposizione della Regionale 8 ben 193 milioni di euro a beneficio di un territorio dalle straordinarie potenzialità che necessita di infrastrutture per il suo sviluppo economico”.