11
Mar, Dic

Il meglio dell’hi-tech pugliese in Cina

Il meglio dell’hi-tech pugliese in Cina

Economia

La Regione Puglia punta sull'hi-tech per rafforzare le relazioni Puglia-Cina. Parteciperà, insieme con una delegazione di imprese, alla manifestazione fieristica China High Tech Fair, in programma a Shenzhen dal 14 al 18 novembre 2018

Con un interscambio che già sfiora i 705 milioni di euro nel 2017, la Regione Puglia punta sull'hi-tech per rafforzare le relazioni Puglia-Cina. Parteciperà, insieme con una delegazione di imprese, alla manifestazione fieristica China High Tech Fair, in programma a Shenzhen dal 14 al 18 novembre 2018.

Si tratta del più importante evento cinese dedicato all'innovazione tecnologica, dunque una vetrina di prestigio per la presentazione di prodotti e soluzioni hi-tech in settori tra i quali le tecnologie dell'informazione, la protezione ambientale, l'edilizia verde, i nuovi materiali, la manifattura avanzata, i dispositivi medicali intelligenti, la componentistica elettronica.

L'obiettivo è creare opportunità di incontro e collaborazione con potenziali partner cinesi ma anche attrarre investimenti in Puglia e presentare il sistema della ricerca pugliese nel settore hi-tech, le opportunità di trasferimento tecnologico e di collaborazione bilaterale.

Per questo alla fiera di Shenzhen partecipa una delegazione di imprese pugliesi attive nell'Ict, nella meccanica e nel settore dell'healthcare: start up e piccole e medie aziende tutte accomunate dall'obiettivo comune di intercettare le traiettorie del futuro.

A guidare la delegazione pugliese sarà l'assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Cosimo Borraccino: "La Cina è un ottimo partner per la Puglia"-  spiega l’assessore - "Al secondo posto tra i Paesi dell'Estremo Oriente per le esportazioni (il primo è il Giappone). La Puglia nel 2017 ha esportato in Cina merci per quasi 202 milioni di euro, in crescita rispetto al 2016 del 22%. Nel primo semestre del 2018 le esportazioni pugliesi in Cina superano già il valore di 92 milioni di euro, ma i margini di collaborazione sono ancora molto ampi. Per questo – continua Borraccino – partecipiamo alla manifestazione fieristica cinese. Presenteremo la Puglia con i suoi punti di forza fatti di imprese, eccellenza nella formazione e nella ricerca, capitale umano, sostegno delle istituzioni. Il valore aggiunto della Puglia è proprio in questa alleanza di più soggetti per un obiettivo comune: lo sviluppo del territorio come espressione di un Sud dinamico che partecipa attivamente al valore del made in Italy nel mondo".