20
Sab, Apr

AM. Palombella torna nell'acciaieria

AM. Palombella torna nell'acciaieria

Economia

Mercoledì 6 febbraio il Segretario generale della Uilm visiterà lo stabilimento di Taranto; giovedì, 7 febbraio, parteciperà al Consiglio territoriale della Uilm Taranto. “Torno nello stabilimento dopo dieci anni dall'ultima volta – spiega Palombella – con l'idea di verificare di persona lo stato di avanzamento dei lavori”

Nella mattina di mercoledì, 6 febbraio, il Segretario generale della Uilm, Rocco Palombella – insieme a una delegazione della Uilm nazionale, regionale e locale – effettuerà una visita allo stabilimento ArcelorMittal di Taranto, ex Ilva. Si tratta del primo sopralluogo ufficiale, a cinque mesi esatti dall'accordo del 6 settembre 2018 sottoscritto al ministero dello Sviluppo economico. “Torno nello stabilimento dopo dieci anni dall'ultima volta – spiega Palombella – con l'idea di verificare di persona lo stato di avanzamento dei lavori sul rispetto del piano ambientale e sull'adeguamento tecnologico, nonché il livello di copertura dei parchi primari, ma sarà anche un modo per incontrare i lavoratori e vedere qual è il nuovo volto dello stabilimento più grande del Gruppo”. Stabilimento che Rocco Palombella conosce bene, data la sua storia personale che lo ha portato a essere assunto all'Ilva di Taranto (quando si chiamava ancora Italsider) all'età di soli diciotto anni. Proprio qui ha avuto inizio la sua carriera sindacale, fino ad arrivare al vertice dei metalmeccanici della Uil nel 2010. 
“Sarà un'occasione importante – ribadisce il Leader della Uilm – e ci auguriamo che venga colta positivamente sia dall'azienda, in termini di rafforzamento di relazioni industriali, che dagli stessi lavoratori al fine di affrontare in modo sempre più diretto le questioni ancora aperte legate a questa iniziale fase di 'assestamento' che non si è ancora conclusa”. 
Non a caso, infatti, il sopralluogo della Uilm nazionale avviene a valle dell'incontro del 30 gennaio scorso in Confindustria, a Roma. Un confronto ritenuto positivo, ma su cui c'è ancora bisogno di dialogare con ArcelorMittal Italia, in particolare sulla nuova organizzazione del lavoro e la ricollocazione delle professionalità, rispetto alle attività, nel passaggio da Ilva ad AM; sull’implementazione degli organici rispetto alle risalite produttive e il riavvio di impianti, a partire dal “tubificio” di Taranto il cui il numero di lavoratori integrati si dovrà aggiungere agli 8.200 minimi già previsti dall’accordo. La stessa Uilm di Taranto ha chiesto all'azienda una verifica puntuale sulla modalità di distribuzione delle unità lavorative, reparto per reparto, rispetto al piano industriale, che, a oggi, è sconosciuto. 
Giovedì 7 febbraio, Rocco Palombella parteciperà al Consiglio territoriale della Uilm di Taranto, che avrà luogo a partire dalle 9:00 presso la Sala Resta del Centro Congressi della Cittadella delle Imprese. Diversi i temi all'ordine del giorno: dalla visita allo stabilimento e le relative considerazioni, all'apertura della discussione sul CCNL dei metalmeccanici, alla manifestazione Cgil Cisl e Uil del 9 febbraio 2019 a Roma.