16
Mar, Ott

Nuova sede ADA Taranto, l'associazione dalla parte degli anziani

NNuova sede ADA Taranto, l'associazione dalla parte degli anziani

Economia

Una nuova sede per celebrare gli anziani all'interno di una società sempre più cinica. Questo lo scopo di Ada Taranto, l'associazione nata più di vent'anni fa allo scopo di promuovere la persona anziana e tutelarne i diritti. Aldo Pugliese, segretario generale Uil: "Un modo utile per uscire dall'isolamento"

E’ stata inaugurata nella serata di ieri la nuova sede di Ada Taranto, l'associazione di volontariato per i diritti delle persone anziane.  Presenti per l’occasione il presidente dell’Ada Taranto, Giuseppe Ventruti, il segretario provinciale Uil, Giancarlo Turi e il segretario generale Uil, Aldo Pugliese. Lo spazio allestito in via Plateja 48 offrirà alla comunità opportunità per riunirsi e condividere progetti, ma anche un modo per combattere la solitudine e l’emarginazione in un contesto sociale che tende ad espellere dal suo tessuto chi oramai risulta fuori dal mercato del lavoro. Si tratta di un percorso iniziato 22 anni fa, ma che si radicalizza a Taranto nel 1995 ed opera in modo concreto dal 2009, come ha ricordato lo stesso presidente, Ventruti: “Assieme al sindacato Uil pensionati abbiamo deciso di condividere percorsi e obiettivi, promuovere la persona anziana e incoraggiarne la potenzialità umana, sociale e culturale. A tal fine cerchiamo di affrontare in modo adeguato i problemi della terza età, ascoltando le persone del territorio.” Si tratta di un’associazione apolitica, apartitica e senza fini di lucro, sviluppata a livello nazionale, con articolazioni regionali e anche provinciali. In Puglia è costituita a Bari, a Lecce e a Taranto. Ha una rete capillare di centinaia di attivisti e volontari, tra uomini e donne, lungo tutto il territorio provinciale per dare voce e risposte alle esigenze e ai diritti individuali e collettivi degli anziani. “Si parte dall’anziano che è il nucleo, ma non si ferma lì – sottolinea Giancarlo Turi – Ad oggi occorre supplire ad un vuoto che è quello delle istituzioni, colmare spazi e tessere la rete sociale. In questo senso l’associazionismo risulta fondamentale”.  Nel locale è stata adibita un’area attrezzi per la palestra, programmati inoltre corsi di pittura, computer, attività di laboratorio e dibattiti. Occasioni ludiche, ma anche momenti di aggregazione necessari oltre ad opportunità di crescita.  “La Uil è presente in tutti i comuni della provincia di Taranto  – precisa Aldo Pugliese – un sindacato attento ai bisogni delle fasce in difficoltà, costituite non solo dagli anziani, ma anche dai giovani. E’ un fatto acclarato che la povertà aumenta sempre di più. Se consideriamo che l’1% della popolazione mondiale detiene la stragrande maggioranza della ricchezza. Viviamo in un mondo dal marcato individualismo ed egoismo e i nuovi mezzi di comunicazione ci rendono più isolati e bisognosi di attenzione. Un modo – conclude il segretario generale Uil -  per uscire dall’isolamento è proprio l’associazione Ada”.