BREAKING NEWS
Giovedì, 21 Settembre 2017
ZONA AD ECONOMIA SPECIALE A TARANTO. DeLorenzo (M5S): La Regione escluda le industrie inquinanti dagli incentivi

Carrello della spesa più costoso

Economia
Typography

L'inflazione cresce rispetto allo scorso anno. Aumentano i prezzi soprattutto di frutta e verdura, prodotti per la pulizia della casa e per l'igiene personale. Il Codacons prevede per le famiglie una spesa più cara di 300 euro all'anno

In base a dati Istat, nel mese di gennaio 2017, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività, al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell'1,0% nei confronti di gennaio 2016, mostrando segni di accelerazione. Il rialzo dell'inflazione è dovuto alle componenti merceologiche i cui prezzi presentano maggiore volatilità. Si tratta in particolare della netta accelerazione della crescita tendenziale dei beni energetici non regolamentati e degli alimentari non lavorati, cui si aggiunge il ridimensionamento della flessione dei prezzi degli Energetici regolamentati.Su base annua la crescita dei prezzi dei beni accelera in misura significativa (+1,2%, da +0,1% di dicembre) mentre quella dei servizi rallenta. L'inflazione acquisita per il 2017 risulta pari a +0,7%. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dell'1,1% su base mensile e dell'1,9% su base annua. L'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati registra un aumento dello 0,3% su base mensile e dello 0,9% rispetto a gennaio 2016. Secondo il Codacons la spesa per le famiglie aumenterà di 300 euro all'anno. Per l'associazione che tutela i consumatori l'aumento dell'inflazione "era ampiamente prevista".