Breaking news
Venerdì, 21 Luglio 2017
RAPINA IN BANCA A PALAGIANO. In due,  armati di taglierino, portano via 5.000 euro

Top Stories

Il Governo Gentiloni ritira la legge sullo "Ius Soli", il diritto di ricevere la cittadinanza italiana per chi è nato nel nostro Paese. La sinistra perde un'altra delle sue battaglie politiche e culturali. Kelsen si rivolterebbe nella tomba

Spoil system in salsa jonica

Editoriali di Vincenzo Carriero

Avrà letto Max Weber il nuovo sindaco di Taranto? Prima della nuova giunta, c'è da sistemare la macchina amministrativa a Palazzo di città. E' da lì che passa l'esercizio del potere effettivo. Sinistra istituzionale, chiesa locale e una finta borghesia molto consortile sembrerebbero aver trovato la quadratura del cerchio

Melucci vince. O forse perde meglio

Editoriali di Vincenzo Carriero

Non puoi decidere di puntare sulla signora Baldassari e pensare – anche lontanamente - di spuntarla nella corsa che conduce a Palazzo di Città. La direttrice del carcere non c’entra assolutamente nulla con una certa idea d’impegno pubblico. Disastrosa nella comunicazione, patetica nella ricerca ossessiva di una verginità civica in perenne conflitto con la politica dei partiti, completamente digiuna di argomenti e competenze che tenessero conto della complessità che attraversa Taranto. Il nuovo sindaco è un perdente di successo. Quando la partecipazione al voto supera di poco il 30% degli aventi diritto, quando sette tarantini su 10 disertano le urne, lo iato tra deleganti e delegati mina alla base, erode dal di dentro le regole sul funzionamento della democrazia rappresentativa

La Taranto che verrà non ha segreti e tentennamenti. E’ un plastico pronto a trasformarsi in una plastica facciale. Vince la Baldassari? Vince Melucci? Chiunque dovesse spuntarla tra una settimana, sarà un perdente di successo, eletto con il 15, 20% degli aventi diritto. Governi di minoranza tra e con il popolo prima che nelle aule elettive

Avanza la disaffezione. Baldassari e Melucci: due sconfitti vincenti

Editoriali di Vincenzo Carriero

Baldassari apre a Cito, anzi apre a tutto e al contrario di tutto in vista del ballottaggio del prossimo 25 giugno. Melucci riparte da Sebastio e Fornaro. L'impressione è che il bandolo della matassa risieda nella mani del Pd. Gli resta soltanto Taranto a Pelillo & company dopo il voto di domenica scorsa. In alternativa: una nuova, cruenta Caporetto

Quei fighetti radical chic che farebbero bene a tacere

Editoriali di Vincenzo Carriero

Il fallimento di Taranto è della sua rappresentanza politica. Della sua classe dirigente omertosa e imbelle. Inascoltata a Roma perché priva di peso specifico. Senza coraggio e consortile. Si prenda la vendita dello stabilimento siderurgico. Chi ha predisposto il Bando di aggiudicazione di Ilva? Quella stessa sinistra di governo, parolaia e nullafacente, che adesso grida allo scandolo per gli esuberi e la mancata realizzazione delle bonifiche

E' corsa contro il tempo per la riapertura del Fusco. La Comunità Europea chiede che la struttura venga consegnata alla cittadinanza entro il prossimo 31 dicembre, pena la restituzione delle risorse economiche assegnate. La seconda città pugliese non può contare su un contenitore culturale degno di questo nome. La nostra pochezza progettuale, l'affanosa ricerca di una moderna identità territoriale si scontra con i lacchè del servilismo pruriginoso. Siamo circondati da quella che Giuliano Ferrara chiama la vocazione instupidita del "Giornalista Collettivo"

La blue economy e le cicale mediterranee

Editoriali di Vincenzo Carriero

Bella pagina di giornalismo televisivo, quella realizzata ieri pomeriggio nel dibattito (organizato dalla nostra testata) con i candidati-sindaco di Taranto. L'economia del mare è qualcosa di più che un semplice slogan. Guardiamo attentamente ciò che il fato ha voluto assegnarci e torneremo, forse, ad innamorarci del futuro

I candidati sindaci non leggono Limes. Più che al Milan e all'Inter, i cinesi sono interessati al nostro Porto. La ricchezza va veicolata e reinventata. Soltanto degli asini d'oro possono camminare sul successo e non coglierlo

A Taranto servirebbe un Pinuccio Tatarella

Editoriali di Vincenzo Carriero

La nostra non è una città italiana come le altre. Quello che sta per passare potrebbe essere l’ultimo treno per agganciare un’idea di futuro che non ci confini, in maniera definitiva questa volta, nel cono d’ombra della Storia. Non sottovalutiamo il vento che gonfia le vele dei populismi, lo stesso che si nutre di ricette semplici e inapplicabili

Pelillo e Vico, sottobraccio, a sostenere la candidatura a sindaco di Rinaldo Melucci. La migliore istantanea di questa campagna elettorale è già un ricordo. Ci spiace per gli assenti. Noi, invece, potremo raccontare di aver visto l'alba di una nuova sinistra nascere a pochi metri dal canale navigabile

Emiliano, un pezzo grasso del Pd

Editoriali di Vincenzo Carriero

A Taranto Michelone raccoglie ancora tanti consensi, a causa della sua proposta – guascona e niente altro - di decarbonizzare l’Ilva. Perchè il governatore riso patate e cozze non ci restituisce, invece, il maltolto: l'assessorato alla Cultura e al Turismo?

Neolux
Ottica Galeone