17
Lun, Dic

Altri articoli:Editoriali di Vincenzo Carriero

Meglio del CIS, c'è solo il cheeseburger

Editoriali di Vincenzo Carriero

Il Tavolo di coordinamento del Contratto Istituzionale di Sviluppo non si riunisce dallo scorso mese di aprile. Uno scandalo del quale nessuno parla. Governo, Regione e Comune dormono sonni tranquilli. Beati loro. Storia di come mandare in fumo oltre un miliardo di euro destinati alla città di Taranto. Speriamo di no. Perdere anche questo treno, significherebbe rassegnarsi all'ordinarietà più sterile

Riapre il Fusco. Il Teatro dell'assurdo, invece, non è mai stato chiuso

Editoriali di Vincenzo Carriero

La struttura che verrà consegnata ai tarantini nelle prossime settimane avrà una capienza di circa 450 posti. Troppo pochi. Così resteremo, ancora una volta, fuori da circuiti culturali che contano. Molto meglio portare a compimento il progetto iniziale, quello elaborato a suo tempo dalla Giunta Di Bello. Fare del capoluogo jonico la città della lirica nazionale. Ma la grandeur non rientra nelle nostre corde. A noi piace crogiolarci nella mediocrità: unico collante sopravvissuto all'identità perduta

Non ti confondere Big Michele, CosmoPolis non ha intascato un centesimo

Editoriali di Vincenzo Carriero

Proprio come avvenuto con la Regione che lei ci onora di rappresentare, o con il Comune del redivivo Sergente Garcia, la nostra testata viene sistematicamente esclusa da qualsivoglia campagna pubblicitaria. Va bene cosi, ognuno sceglie da che parte salire su questa strana giostra chiamata vita. La prego però, la prossima volta, di essere più circostanziato nelle sue accuse

Con il fiato sospeso

Editoriali di Vincenzo Carriero

Non basta inaugurare un reparto per farlo funzionare a pieno regime. La storia della Pneumologia toracica a Taranto che CosmoPolis ha il coraggio di raccontarvi. E chi altri sennò

Tranquilli, il sergente Garcia sta tornando

Editoriali di Vincenzo Carriero

Più che consegnare Zorro alla legge, è la città che ha bisogno della sua saggia azione di governo. Del suo alto magistero politico. Il Pd può tirare un sospiro di sollievo; le opposizioni, anche. Ad aver vinto, ancora una volta, è la Confraternita della pizzella. Qualcuno sano di mente nutriva dubbi a tal proposito?

E adesso la pubblicità

Editoriali di Vincenzo Carriero

Mittal avvia la campagna acquisti. Pensa bene di farlo attraverso i giornali-parrucconi, sepolcri imbiancati della notizia data con largo ritardo. Attenti ai franco-indiani, potrebbero addirittura farci rimpiangere i Riva

Non riduciamo le prossime elezioni provinciali in un appuntamento ordinario e scontato. Per rinverdire i fasti di un passato sempre più remoto serve un'idea coraggiosa, una suggestione da spacconi. Genova, Marsiglia, Siviglia: la sfida è nel cosmopolitismo più che nel Piccolo-Grande-Salento. Tutto il resto è società liquida tendente al liquame

Il programma con le infradito

Editoriali di Vincenzo Carriero

Melucci presenta la propria candidatura per la presidenza della Provincia. La coalizione di centro-sinistra-destra si stringe attorno al proprio paladino, anche chi stamattina non poteva farsi vedere dalle parti di Palazzo di Città. In prima fila, come sempre, più di sempre, i democristiani del Pd con le loro facce da prèfica nei cortei funebri

Il centrodestra, Melucci e la pratica dell'harakiri

Editoriali di Vincenzo Carriero

Dividi ricchezza e diventa povertà. Non solo Gugliotti, le forze conservatrici spingono perchè anche il sindaco di Sava sia della partita per il dopo Tamburrano. "Rinaldo in campo" gongola, si frega le mani per la gioia. Chi volesse disimparare la politica e le sue consuetudini, si regali una vacanza-studio a Taranto

Emiliano nomina Borraccino assessore e giura guerra a Melucci

Editoriali di Vincenzo Carriero

Noi di CosmoPolis, come nostro costume, eretici e politicamente scorretti, avevamo visto giusto. La politica, o quel che resta della stessa, ha iniziato a muovere le sue pedine. Con il mito di Crono che aleggia sui traditori di ieri e di oggi

Patto Molotov-Ribbentrop 2. La vendetta

Editoriali di Vincenzo Carriero

Tu vai lì, io mi sistemo qui. A te, invece, diamo questo. Altro che Jalta, questa sì che può definirsi politica con la P maiuscola. Stiamo scrivendo la Storia, abbiatelo a mente. Che culo

Taranto nonostante i tarantini

Editoriali di Vincenzo Carriero

Chi dovrà gestire i tanti soldi che giungeranno in città nei prossimi mesi? Qualcuno lassù ci vuole aiutare. E quaggiù che nasce il problema. Arriviamo impreparati ad un appuntamento dalla valenza storica, che potrebbe segnare molto di ciò che saremo negli anni a venire

Nel suo romanzo più famoso - 1984 - George Orwell aveva previsto tutto. Cita anche la "Casaleggio Associati" senza mai nominarla. Il Paese che ha dato i natali a Goldoni, alla commedia che da arte purissima diviene strategia e ingegno italico, non può essere prigioniera di un blog

Salvate il soldato Travaglio

Editoriali di Vincenzo Carriero

Per il direttore dell'Artefatto Quotidiano il governo - e Giggino suo - hanno ben operato nella vicenda Ilva. Anche l'immunità penale, concessa ai nuovi proprietari del siderurgico, va bene. Ci volevano i Cinque Balle per trasformare un giustizialista indefesso, colui che vorrebbe un Davigo o un Ingroia qualsiasi come prossimi presidenti della Repubblica, in un garantista con le lacrime agli occhi

Abbiamo fatto tutto il possibile

Editoriali di Vincenzo Carriero

Ieri Pelillo, oggi la De Giorgi: i facinorosi sono sempre gli stessi. I lanciatori professionisti di pomodori andati a male si esercitano tutti al solito poligono dei nullafacenti esibizionisti. Sulla farsa andata in scena per la cessione di Ilva a Mittal, però, i parlamentari locali dei Cinque Stelle hanno perso una grande occasione: dare nobiltà all'istituto giuridico delle dimissioni

Mio Fratello è figlio unico

Editoriali di Vincenzo Carriero

Emiliano che si ricandida a guidare i pugliesi, pur essendo stato il peggior presidente dal 1970 (anno d'istituzione delle Regioni) ad oggi, Di Maio che ha già venduto l’Ilva a Mittal senza avere il coraggio di dichiararlo, Salvini che litiga con la storia e maltratta le istituzioni repubblicane, cos’altro sono se non un grande imbroglio che alimenta se stesso. Non vogliamo capacitarcene, ma ad aver vinto è il Cretino Collettivo

Il muraglione di via Cugini racchiude il mare e tiene in ostaggio una città. Nella prossima Taranto andrà abbattuto. Dopo anni di bellezza negata, abbiamo bisogno di recuperare il concetto di "ecologia dello sguardo"

La solitudine di un (non) numero primo dinanzi ai cancelli Ilva, la sinistra che non c'è più, i Cinque Balle e l'ignoranza leghista che ci trascineranno nel baratro. E' un'Italia ben assortita quella di questi anni: il non detto dell'inconcludenza spaccona elevato a nuovo patto costituente

Quando l'Avvocatura di Stato dava ragione a Calenda

Editoriali di Vincenzo Carriero

I pareri cambiano anche se l'argomento resta lo stesso, immutato per l'inerzia laboriosa dei suoi protagonisti. L'Ilva più che fare giurisprudenza ricorda un passo dell'Enrico VI di Shakespeare

Abbia il coraggio di raccontare la verità il ministro grillino. L'Ilva è stata già venduta ad Arcelor Mittal. Tutto questo tempo trascorso è servito soltanto ad attenuare l'imbarazzo di un movimento-setta che, in campagna elettorale, chiedeva la chiusura della fabbrica tranne poi ricredersi. La Gigi economy è dinanzi ad un bivio: trasformarsi da scienza pecorina in prassi di governo

Evviva la cultura che non c'è

Editoriali di Vincenzo Carriero

Anche questa estate volge al termine senza che l'Amministrazione comunale abbia redatto un cartellone d'iniziative per la promozione del territorio. Siamo orfani della bellezza, del gusto, del senso estetico. E, a Dostoevskij, da tempo abbiamo recapitato il foglio di via da Taranto

La tragedia di Genova e la storia del Punta Penna, l'ingegnere Morandi e quel ruolo di tutor per l'opera fatta nascere nel capoluogo jonico nel 1976. Breve ragionamento, inascoltato, sui ritardi che caratterizzano le nostre infrastrutture (meglio chiamarle infra-storture). A cominciare dal Ponte Girevole

A Valenzano devi andare

Editoriali di Vincenzo Carriero

L’ex borgata di Taranto è un fulgido esempio dei mali arrecati da uno sviluppo senza etica, da una modernità molto profittevole (per alcuni) e poco progredita, nel senso attribuito a questo termine da Pier Paolo Pasolini. (...) Si cominci con il dire la verità sulla discarica Mater Gratiae, su cosa – il privato prima e lo Stato dopo – hanno continuato a sotterrare in quel sito, tanto da rendere impossibile qualsiasi operazione futura di bonifica dello stesso. Altro che Terra dei fuochi, si oltrepassino i cancelli sulla Taranto-Statte e si entri nell’area incriminata. Ognuno ha la sua Camorra e il proprio Inferno, basta dirlo. Senza ipocrisie e giri di parole

Altro che scienza triste, grazie a Giggino nostro l'Italia ha preso il volo. Ha una politica industriale che c'invidia il mondo intero. Da quando è ministro dello Sviluppo economico, Di Maio non ha sbagliato una mossa. Le statistiche dicono il contrario? Chissenefrega! E' tutta colpa del complotto demo-pluto-giudaico-massonico

La donna Tilgher nuovo vicesindaco di Taranto

Editoriali di Vincenzo Carriero

Nella Prima Repubblica si sperimentavano i governi a geometria variabile; a Taranto, con Melucci, abbiamo le giunte a geografia variabile. Ogni epoca si merita i personaggi che le capitano in dote. Il capoluogo jonico una sorta di caput mundi delle vicende capovolte

Far nascere una casa del mare nell'ex sede della Banca d'Italia

Editoriali di Vincenzo Carriero

Basta con i praticoni nella stanza dei bottoni, si bandisca l'ordinarietà: un lezzo maleodorante che rischia d'infognarci. Il Paese, la città di Taranto, necessitano di scelte coraggiose. Siamo noi, e nessun altro, i padroni del nostro destino. Per quanto tempo ancora ignoreremo il fatto che esibiamo ricchezza e fascino?

Il buongiorno si vede dal cretino

Editoriali di Vincenzo Carriero

La vicenda Ilva come cartina di tornasole del marasma nel quale è piombato il Paese. Sarà Taranto, ancora una volta, a piangersi la proroga della gestione commissariale voluta da Giggino. La lezione di Aristotele sulla democrazia che non di rado si trasforma in demagogia

Di Maio, il nuovo Calenda

Editoriali di Vincenzo Carriero

Sulla vicenda Ilva assoluta continuità d'intenti tra il ministro grillino e il suo predecessore del Pd. E' rimasto solo Grillo a volere un gran parco giochi al posto dello stabilimento siderurgico, ma non fa testo. Con il comico genovese, più che di politica industriale si potrebbe parlare delle diverse patologie psichiatriche classificate dalla scienza medica

Perchè ai politici tarantini viene sistematicamente precluso di sedere negli esecutivi regionali e nazionali? Perchè sono scarsi e non contano niente? Ma nelle altre città non sono messi così meglio rispetto a noi, altrimenti non avrebbero eletto tipacci come Di Maio e Salvini. La nostra eccezionalità risiede in altro. Noi di CosmoPolis ci siamo fatti un'idea, abbiamo consultato direttamente San Cataldo

Lascia anche il presidente dell'Amiu

Editoriali di Vincenzo Carriero

Dimissioni, ritiro di deleghe, gestione politica a dir poco pazzoide: Taranto è una città che sprofonda, senza una guida riconosciuta come tale. Abbiamo lasciato fare per troppo tempo agli incapaci, con quest’ultimi che adesso credono di essere realmente indispensabili

Il Porto di Taranto è morto. La Zes confezionataci su misura è una mezza fregatura. Abbiamo un ceto politico analfabeta, una classe dirigente da Paperissima. Emiliano, lo statista dei due mondi, si prende gioco di noi ogni volta che apre bocca. Taranto, un tempo capitale della Magna Grecia. Oggi, semplicemente, landa estrema del Magna Magna

Tamburrano la chiama cricca. Noi di CosmoPolis: la confraternita della pizzella

Editoriali di Vincenzo Carriero

Nella seduta odierna del Consiglio provinciale, il presidente dell'ente di via Anfiteatro fa nomi e cognomi di chi vuole decidere, mettere il naso su qualsiasi cosa si faccia a Taranto. Un gruppo di potere ben assortito anche se molliccio. Con tutto il rispetto per l'ex sindaco di Massafra, noi di CosmoPolis sono anni che andiamo ripetendo queste cose. A proposito di un certo giornalismo non ruffiano, di frontiera

E' la sanità tarantina, bellezza! Quella messa in piedi, redatta, perseguita con scientifica dedizione da Big Michele. Una sanità da film dell'orrore. Ma, a noi, va bene così. Peggio dell’imbecillità reiterata, c’è la dignità vilipesa per un popolo

L'aggressione subita da Melucci e il pensiero debole di Vattimo

Editoriali di Vincenzo Carriero

La violenza subita dal sindaco nei giorni scorsi è inaccettabile. Un'infamia senza alcuna giustificazione, l'ulteriore riprova di come si sia perso il lume della ragione da queste parti. Senza una vera "normalizzazione" della dialettica pubblica, di un'etica comportamentale, Taranto sprofonderà sempre più in un cono d'ombra delle occasioni smarrite. Tornino pure nello loro gabbie mentali i fondamentalisti che si atteggiano a nuova classe dirigente. Non avvertiamo alcun bisogno del loro incipiente trogloditismo

Il bluff del risanamento di Taranto vecchia

Editoriali di Vincenzo Carriero

Esistono davvero i 90 milioni promessi per la bonifica ambientale del capoluogo jonico, per il recupero del suo centro storico? Non c’è concorso d’idee che tenga, né progetto avveniristico che possa andare bene. Lo Studio Boeri, i suoi boschi verticali da far nascere sui grattacieli di Milano che tanto glamour adrenalinico hanno suscitato nel nostro esecrabile provincialismo, i Renzo Piano o gli Oriol Bohigas, servono a poco se i tuoi interlocutori in loco poi si chiamano Sergio Scarcia e Valentina Tilgher

Così parlò Zarathustra

Editoriali di Vincenzo Carriero

E' Big Michele il nostro Zoroastro: un anticristo fattosi povero cristo. Assieme al giovane Montalbano ci ha deliziato, con la sua visione di futuro, alla festa del Primo Maggio tarantino. Sarà il clima festaiolo, sarà la musica assordante, sarà il caos etilico, ma tante cazzate raccontate tutte assieme non le avevamo mai sentite. Chapeau

Mimì metallurgico ferito nell'onore

Editoriali di Vincenzo Carriero

Non voglio andare a casa: in questa espressione, si cela il nuovo mantra della politica ai nostri giorni. Non c'è dignità, distinguo, ragionamento programmatico che tenga. No Melucci, No Party. E la Confraternita della Pizzella gongola, in paziente attesa di assestare il colpo del secolo

"Io mi sono stancato". Noi anche

Editoriali di Vincenzo Carriero

Rinviata la discussione sul Bilancio di previsione nella seduta di questa mattina. Le opposizioni abbandonano l'Aula in segno di protesta. Il sindaco si lancia in uno show parolaio da far cadere le braccia. E intanto CosmoPolis entra a far parte ufficialmente della lista di proscrizione stilata a Palazzo di Città. Poco male. Interviste compiacenti da noi non ne avrà mai: lui al pari di chiunque altro

Intervista con la Storia

Editoriali di Vincenzo Carriero

Sceglie di dire per non dire, il sindaco di Taranto. Affida le sue esternazioni, da finto buonista, alla sicura - e ovattata - tribuna domenicale di un giornale barese. Quello che ne esce fuori è tutto ciò che mai dovrebbe essere il giornalismo

La staffista del sindaco (Doriana Imbimbo) ha raccontato tutta la verità, nient'altro che la verità, nel proprio curriculum vitae? Ci dica si sì, per favore. La dica soprattutto al sindaco che, un secondo dopo aver prestato giuramento, volle promuoverla nel ruolo di sua staffista impegnando la somma di 54 mila euro dal bilancio comunale. Se lo merita

Sistema Sincon, assunzioni all'Asl, presunte inchieste giornalistiche: un grumo di potere economico e affaristico, con il beneplacito di una politica senza nerbo e storia, lavora per comprarsi quel poco - o molto - di futuro che ci è rimasto. Nel silenzio più generale, nell'assuefazione di un popolo che non conosce alcuna vergogna

Taranto e quella folle idea dell'azzardo

Editoriali di Vincenzo Carriero

Abbiamo ancora un’ultima possibilità per tornare ad essere grandi. Essere la città dei moderni, sintesi tra Europa e Africa, capofila di un Sud operoso e per niente lagnone, dipende solo da noi. A fare la storia sono stati sempre gli irregolari

Questi signori non hanno letto Popper

Editoriali di Vincenzo Carriero

Elezione del prossimo presidente della Camera di Commercio, dopo l'accorpamento con quella di Brindisi. Nomina del nuovo reggente di Confindustria. Indicazione per il prossimo numero uno del Consorzio Asi. CosmoPolis vi svela chi muove le fila dell'opaca società tarantina. Gli incarichi a km zero, possono dispensarsi. Qualcuno la chiama economia circolare: tutto inizia da me per finire sempre a me. E, il monito del grande filosofo austriaco, rimane lettera morta da queste parti

Mazzarano si dimette. Lo faccia anche Emiliano

Editoriali di Vincenzo Carriero

L'assessore regionale non ha retto all'ipotesi di reato (voto di scambio!) rilanciata dalla redazione di "Striscia la notizia", con un servizio mandato in onda ieri sera. Farebbe bene ad andar via anche Big Michele. La Pasqua si avvicina, liberi i pugliesi dalla sua presenza sempre più inopportuna. Ci pensate? Che gran regalo sarebbe

Una politica tutt'altro che Vergine

Editoriali di Vincenzo Carriero

La discarica di Grottaglie, i propositi di Big Michele, l'assenza di un Piano regionale dei rifiuti in Puglia. CosmoPolis vi svela i retroscena che si celano dietro un sito che racconta molto dell'Italia di questi anni. Aveva torto Travaglio, altro che se aveva torto: l'odore dei soldi è trasversale a qualsiasi tipo di olfatto...

E' totalmente inaffidabile

Editoriali di Vincenzo Carriero

E' bravo Big Michele, redarguito pure da Antonella Laricchia. "Noi dei Cinque Stelle al governo della Regione con lui? Non se ne parla neanche. Non appoggiamo i risultati deludenti della sua azione amministrativa". Non si dice così a Michelone nostro. Colui che amoreggia nei salotti televisivi con Travaglio, con Scanzi, con la Gruber, in un'orgia di (para)guru alle cime di rapa

Melucci sveglia, vogliono farti le scarpe

Editoriali di Vincenzo Carriero

Non è un caso se oggi il Consiglio comunale non si sia potuto tenere. Era tutto previsto. Era tutto concordato. Al perdente di successo non resta altro che cambiare strategia. E abbandobare Big Michele al suo destino di parolaio inconsistente e ondivago

Con il voto di ieri, siamo di fatto entrati nella Terza Repubblica. Adesso cambia tutto per la nostra democrazia. Potrebbe cambiare anche molto per Taranto. Un'intero ceto politico farebbe bene a ritirarsi a vita privata

Ha già vinto il Cretino Collettivo

Editoriali di Vincenzo Carriero

Noi di CosmoPolis sappiamo già come andranno a finire le consultazioni di domenica prossima. Conosciamo i vincitori, le percentuali conseguite dalle singole formazioni politiche e la futura squadra di governo. Conosciamo quello che tutti conoscono senza avere il coraggio (loro) e l’interesse (sempre loro) a rendere pubblico

Una Confindustria a Cinque Stelle?

Editoriali di Vincenzo Carriero

Dopo Emiliano e Melucci è la volta di Grillo? Le voci sulla locale sezione degli industriali che strizzerebbe gli occhi ai candidati Cinque Stelle, che voterebbe e farebbe votare per i pentastellati alle prossime elezioni del 4 marzo, rischiano di rivelarsi qualcosa che va al di là della semplice - e dilagante – incomprensione concettuale figlia dei nostri tempi. Sempre che rispondano al vero

Ebbene sì, questa volta sono d'accordo con Emiliano

Editoriali di Vincenzo Carriero

Portare il Medimex a Taranto è una buona notizia per il capoluogo jonico e per l'intera Puglia. La cultura, la sua diffusione, non è esibizione antistorica delle piccole patrie, difesa ossessiva di prerogative localistiche. Bari e Lecce se ne facciano una ragione: siamo qualcosa di più della semplice somma delle loro due realtà urbane

L'uomo che farà di Taranto una capitale della cultura

Editoriali di Vincenzo Carriero

Con Sebastio, statene certi, risaliremo la china. Il capoluogo jonico tornerà ad essere una gemma del Mediterraneo. Eventi, convegni, rassegne, grandi intuizioni. Da quando siede in Giunta, è tutto un pullulare di iniziative. Creatività allo stato puro

Confindustria prende le distanza dal sindaco Melucci sulla vicenda Ilva. Finalmente! Finalmente Cesareo abbandona il mutismo imbarazzante di questi ultimi mesi. Il gruppo dirigente degli industriali jonici è vivo e vegeto, nonostante sia in scadenza di mandato. E finisce con il somigliare ad un vecchio programma televisivo ideato dal grande Beniamino Placido

La politica è finita

Editoriali di Vincenzo Carriero

Non si chiami, per favore, con il nome di campagna elettorale la farsa che andrà in scena il prossimo mese di marzo. Le candidature per il futuro Parlamento sono troppo brutte e, quindi, irrimediabilmente vere. Verissime! Rassegnamoci, andrà sempre peggio. Perchè il meglio è stato espulso, combattuto, umiliato. Non abita più il nostro Paese

Il Governo boccia l'Accordo di Programma di Regione e Comune e, Melucci, minaccia un nuovo ricorso al Tar (con la reintroduzione, questa volta, della sospensiva). La telenovela, con accentuate venature tragicomiche, può continuare. E, il monito di Montale, non ricevere risposta in una terra abitata da dilettanti allo sbaraglio

La verità di Borges nel borgo umbertino di Taranto

Editoriali di Vincenzo Carriero

Centro storico, parte nuova della città: cambia poco. Avanza il brutto, dilaga la sciatteria. Non è solo un problema di arredo urbano, manchiamo di un complessivo progetto di rinascita culturale. E, le nostre presunte èlite intellettuali, fanno ridere tanto sono impalpabili

C'era una volta il Pd

Editoriali di Vincenzo Carriero

Se i Dem fossero stati un partito, la seconda legislatura Stefàno non sarebbe durata così a lungo, facendo perdere tempo ed occasioni alla politica cittadina. Se il Pd fosse un partito, Melucci non sarebbe mai diventato sindaco di Taranto. Quanto ad Emiliano, starebbe ancora rovistando carte e documenti presso qualche ufficio del tribunale di Bari, dopo la brillante gestione dell’inchiesta “Arcobaleno”

Lo Stato-predatore che ha determinato il secondo dissesto finanziario per Taranto

Editoriali di Vincenzo Carriero

Mancano 150 milioni di euro all'appello; somme che, qualora arrivassero, potrebbero salvare il sistema produttivo locale da un quasi certo default. Meno male che c'è la locale sezione di Confindustria, e il suo presidente in scadenza senza scadenza certa. Dopo il popolamento del Mar Piccolo con le micro-alghe, Cesareo troverà una soluzione anche per le imprese dell'indotto Ilva...

Mi fai la pubblicità?

Editoriali di Vincenzo Carriero

La Regione Puglia ha dispensato, nel 2017, oltre 500 mila euro di risorse pubbliche in spese pubblicitarie. Beneficiari di queste laute prebende: alcuni giornali e televisioni che operano sul territorio. Gli stessi (quasi) che hanno "raccolto" l'invito dell'Amministrazione comunale tarantina per la promozione del cartellone natalizio. E' la confraternita della pizzella, bellezza

Ma loro cosa c'entrano con l'onco-ematologia pediatrica?

Editoriali di Vincenzo Carriero

La politica che ha fallito, la politica che si è disinteressata, la politica che non è stata in grado di muovere un dito, è sempre in prima fila quando c'è da tagliare nastri e raccogliere applausi mai tanto immeritati. Emiliano, ieri, ha sancito la propria sconfitta di uomo delle istituzioni. E noi, di rimando, cosa facciamo: omaggiamo lui e il suo insopportabile codazzo

Il Paisiello è salvo! Il Paisiello chiude! E' salvo? Chiude? Si, la legge è stata approvata, quella che avrebbe dovuto statalizzare il conservatorio, ma mancano i decreti attuativi. Chiamate Vico, per favore. E' necessario che egli convochi una nuova conferenza stampa sull'argomento...

Un barese alla presidenza dell'Amiu?

Editoriali di Vincenzo Carriero

Sarà Gianfranco Grandaliano, uomo di fiducia del presidente Emiliano, attuale commissario dell'Agenzia regionale per l'emergenza dei rifiuti, il prossimo presidente della municipalizzata tarantina? Per l'Amat, invece, salgono le quotazioni di Vito Santoro: ex mandatario elettorale di Melucci e fedelissimo dell'onorevole Pelillo

Che stupidi quei tarantini, ecologisti (non) dichiarati, gentucola inconsistente, che ha scambiato la politica con i pettegolezzi da pianerottolo, quando criticano - e spergiurano - sulla possibile alleanza tra i Verdi e il Partito Democratico, in vista delle prossime elezioni politiche. Smettetela con il vostro rancore pruriginoso. In Europa i partiti ambientalisti si alleano da sempre con le forze socialiste e riformiste. Studiate, per favore. Non se ne può più di gente come voi: pasdaran dell'ortodossia agognata

Melucci lo spartano segue Emiliano nella disputa contro il Governo sulla vicenda Ilva. Il futuro di Taranto è a rischio. Ci stiamo giocando l'avvenire per ricercare l'avanspettacolo

Che bravo, Big Michele

Editoriali di Vincenzo Carriero

Si ricorda soltanto adesso Emiliano dei bambini dei Tamburi, solo ora che ha deciso d'impugnare il Piano Ambientale su Ilva predisposto dal Governo? Quando, invece, licenziò il suo nuovo modello di sanità pugliese si sarà distratto. Presidente, da queste parti, aspettiamo ancora che s'istituisca un reparto di Pediatria oncologica...

Perdo un amico, perdiamo un pensatore raffinato dalla scrittura chiara e pedagogica: ambasciatore, nel mondo, di una Taranto diversa e in ritirata: colta, mai banale, affascinata dalle cose belle

Intesa San Paolo: una banca mecenate, ma non a Taranto

Editoriali di Vincenzo Carriero

L'istituto bancario di Giovanni Bazoli a Roma riceve il premio speciale "Mecenate del XXI secolo" e a Taranto, invece, compone la cordata che si è aggiudicata l'Ilva. In un Sud poco abituato a familiarizzare con il concetto di capitale sociale, forse, sarebbe servito altro. Forse

Amiu e Amat: le spine di Melucci

Editoriali di Vincenzo Carriero

Banco di prova importante quello che attende il sindaco nel Consiglio comunale di lunedi prossimo. Cresce la fronda interna, basta con l'esclusione preventiva dei tarantini nei posti di comando della città. I propositi di Emiliano e quel proclama, l'essere uomo di qualcuno, che rischia di rilevarsi una condanna senza appello

Povera Taranto, la sua è una decadenza che sembra non avere fine. Provate a prendere un treno che parta dal capoluogo jonico. Dotatevi di pinne e canotto prima e poi ne riparliamo...

Concerto di Capodanno a Taranto. Ci penserà l'Eni a finanziarlo?

Editoriali di Vincenzo Carriero

L'indiscrezione arriva direttamente dagli ambienti comunali. Qualora fosse confermata, si smetta di dire che il progetto Tempa Rossa non servirà a nulla. Il quesito di Ken Loach (volete prima il pane o le rose?) a Palazzo di Città non è ancora arrivato

La città vecchia annega nel degrado parolaio più osceno. Giulio Carlo Argan si starà rivoltando nella tomba. Siete proprio sicuri che l'acronimo CIS stia per Contratto Istituzionale di Sviluppo e non sveli, invece, l'espressione "cistannofottendo"?