11
Mar, Ago

Stefanazzi pensa alle dimissioni?

Stefanazzi pensa alle dimissioni?

Politica

Secondo alcune indiscrizioni raccolte da CosmoPolis, il capo di gabinetto del governatore pugliese potrebbe presto lasciare il proprio incarico. Nei giorni scorsi avviate indagini verso Milena Rizzo (moglie dello stesso Stefanazzi), amministratrice della "Dinamo srl", per attività di formazione professionale finanziata dall'Unione Europea

Potrebbe dimettersi nelle prossime ore il capo di gabinetto del presidente Emiliano, Claudio Stefanazzi. Si tratta di un’indiscrezione che, negli ambienti politici regionali, danno ormai per certa. Mancherebbe solo l’ufficialità. Le indagini avviate dalla magistratura nei giorni scorsi, relative all’imprenditrice Milena Rizzo (moglie dello stesso Stefanazzi), amministratrice della “Dinamo srl”, società che si occupa di formazione professionale, sarebbero alla base di tale decisione. La “Dinamo”, infatti, ha intercettato un importante finanziamento dall’Unione Europea. Risorse, queste, utilizzate tra l’altro per la formazione del personale della “Ladisa”: gigante barese nel settore della ristorazione. La stessa Ladisa, secondo gli inquirenti, avrebbe finanziato parte della campagna elettorale di Emiliano nelle elezioni primarie del 2017. Un’indagine ampia e articolata, quindi. Che potrebbe avere ulteriori sviluppi nei prossimi giorni. La formazione realizzata dalla società della signora Rizzo si sarebbe rivolta, per alcune Asl pugliesi, ai dipendenti della Sanità Service: società unipersonali, con socio unico per l’appunto le Asl di riferimento. Si tratterebbe, anche in questo caso, d’importi economici considerevoli. Attribuiti attraverso incarichi diretti, senza passare dalla pratica del bando pubblico.