04
Sab, Apr

Taranto verso un’economia sostenibile?

Taranto verso l’economia sostenibile?

Politica

L’azione, messa in campo dal Comune, si propone di guardare in direzione della sostenibilità e diversificazione

Un’azione diretta allo sviluppo sostenibile e alla diversificazione reale dell’economia. Questo il percorso intrapreso dall’Amministrazione e che guarda in direzioni di esempi virtuosi. Il Global Competitiveness Report 2019 (Relazione sulla competitività economica globale), chiarisce come sia diventato indispensabile per tutte le economie sviluppare nuovi e inclusivi percorsi sostenibili per la crescita economica in modo da raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile – precisano da Palazzo di Città - al contempo il Piano per il Sud 2030 nel capitolo innovazione prevede il credito d’imposta in ricerca e sviluppo nel Mezzogiorno, il rafforzamento degli ITS al Sud , il potenziamento del “Fondo dei Fondi”, la Space Economy Sud, startup tecnologiche al Sud.

Da qui l’azione dell’Amministrazione convinta che “Taranto può e sta cambiando, attestandosi fra le realtà locali più coraggiose e innovative nella transizione verso un modello sostenibile sul piano economico, sociale e ambientale”.

“Le start-up - fa sapere l’assessore allo sviluppo economico Gianni Cataldino - costituiscono un ecosistema al quale gli enti pubblici devono accostarsi mantenendo un ruolo attivo, ma in piena trasparenza e con la capacità di monitorare i percorso e definire eventuali cambi di strategia. Per questo, partendo da Ecosistema Taranto, si è deciso di impegnare somme del bilancio comunale per accompagnare il processo di crescita di startup innovative e di guardare all’intero sistema territoriale per definire un percorso condiviso con i vari attori pubblici e privati che hanno strutturato incubatori d’impresa e accompagnano la nascita e la crescita di nuove startup. Abbiamo partecipato a molte iniziative tese alla presentazione di startup tarantine, abbiamo ascoltato le difficoltà e le speranze di quanti vogliono continuare a lavorare nella nostra città e contribuire alla sua rinascita. Attiveremo quindi un percorso di confronto e partecipazione che ponga le basi per creare condizioni reali di crescita e per stimolare un percorso virtuoso teso perché no, a fare di Taranto un  importante hub per fare startup  in Europa”.