22
Gio, Ott

Tavolo tecnico su Taranto tra ministeri per il Sud, Difesa e Marina

Tavolo tecnico su Taranto tra ministeri per il Sud, Difesa e Marina

Politica

 

Melucci: “Segnale di attenzione dal Governo alle nostre sollecitazioni”

“La riunione tenuta oggi a Roma nella sede dello Stato Maggiore della Marina Militare, voluta dal ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano e dal sottosegretario al Ministero della Difesa Giulio Calvisi, è un ulteriore e importante segnale di attenzione da parte del Governo alle sollecitazioni che provengono dalla nostra amministrazione. Siamo profondamente grati a entrambi, in particolare, perché negli ultimi mesi hanno mostrato di avere sinceramente a cuore lo sviluppo della nostra città, venendo a Taranto ad ascoltare il territorio e i suoi rappresentanti”. Sono queste le parole del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci.

“La prospettiva tracciata dall’incontro di oggi – prosegue Melucci - è proprio quella di dare continuità al percorso di collaborazione interistituzionale sfociato lo scorso 12 ottobre nella sottoscrizione del protocollo d’intesa che riconsegna a Taranto la Stazione Torpediniere. È evidente, però, come questo nuovo percorso trovi origine anche nella conferenza di servizi che a giugno scorso avviammo con Ministero della Difesa e Marina Militare, secondo le indicazioni del ministro Lorenzo Guerini, per discutere della devoluzione alla collettività di importanti porzioni di territorio non più funzionali agli interessi militari”.

“Alla riunione odierna hanno partecipato anche il Capo di Stato Maggiore della Marina Ammiraglio Cavo Dragone, il Consigliere per il Mezzogiorno del Presidente del Consiglio Gerardo Capozza e il Sottosegretario. Siamo certi che il coinvolgimento della Presidenza del Consiglio, così come è stato per i numerosi investimenti incardinati nel Contratto Istituzionale di Sviluppo per Taranto, accelererà i processi e fornirà i riscontri che la comunità attende anche in questo settore, consolidando il rapporto con la Marina Militare la cui presenza è elemento di identificazione territoriale per Taranto” ha concluso il primo cittadino.