19
Ven, Ott

Gentiloni: "Giù le mani dall'Ilva..."

Gentiloni: "Giù le mani dall'Ilva..."

Politica

Consueta conferenza stampa di fine anno, questa mattina, del presidente del Consiglio. Sulla fabbrica siderurgica più grande d'Europa, il premier invita alla moderazione: "Sarebbe da sciocchi perdere tutti quei soldi stanziati per realizzare le bonifiche"

Destina uno spazio a Taranto – e all’Ilva – il premier Gentiloni, nella consueta conferenza stampa di fine anno. Per il presidente del Consiglio, interrompere la procedura di vendita dello stabilimento siderurgico ai franco-indiani di Arcelor Mittal “sarebbe un colossale errore”. Uno di quegli atti che segnerebbero la sconfitta “per la politica industriale del Paese”. Non si mettono in dubbio importanti investimenti produttivi e socio-ambientali, perché “persuasi da logiche rivendicative ed isolazioniste, di piccolo cabotaggio politico”.
“Taranto – è stata la chiosa dell’inquilino di Palazzo Chigi – ha bisogna della sua fabbrica. I tarantini hanno bisogno che i loro diritti, quello alla vita e alla salute, non vengano più sacrificati per inseguire soli risultati economici".