17
Mer, Ott

Melucci fa fuori la giunta comunale

Melucci fa fuori la giunta comunale

Politica

Azzerato il governo cittadino nella tarda mattinata di quest'oggi. Alla base della scelta il rapporto ormai logoro tra Melucci e il suo vice: De Franchi. Cosa accadrà ora? Difficile prevederlo, si respira aria di dilettantismo allo stato puro nelle stanze del Municipio

Nel giorno in cui il Paese celebra la festa della Repubblica, si dota di un governo dopo tre mesi di commedie all’italiana e attori da film di cassetta, Taranto si ritrova senza giunta comunale. Melucci ha azzerata questa mattina, con nota numero 13 del 2 giugno 2018, il governo cittadino. Siamo carenti in tante cose da queste parti, ma non difettiamo di certo in tempismo. Gli assessori vanno dunque tutti a casa. A Palazzo di Citta, almeno per il momento, resta solo il sindaco. Che i rapporti all’interno dell’esecutivo fossero logori, lo si sapeva ormai da tempo. Le dimissioni della Franchitto, l’allontanamento di Sebastio, hanno segnato soltanto il prologo di una crescente diffidenza tra sindaco e assessori. Di un malessere non più ricomponibile. Nelle ultime settimane, poi, Melucci e il suo vice, De Franchi, non si parlavano praticamente più. Prese le distanza da Emiliano, il primo cittadino jonico ha iniziato a non fidarsi del vero luogotenente del governatore pugliese nella città dei due mari: il vicesindaco Rocco De Franchi, per l’appunto. Cosa accadrà ora? Difficile prevederlo. Troppo umorali gli attori in campo, si respira aria di dilettantismo allo stato puro nelle stanze del Municipio. L’Italia ha trovato un governo per il rotto della cuffia; Taranto l’ha perso.