21
Mer, Nov

Città Vecchia al centro delle politiche di rilancio del territorio

Città Vecchia al centro delle politiche di rilancio del territorio

Politica

La rinascita del centro storico antico della città di Taranto e il piano di interventi programmato dall’Amministrazione comunale, al centro di un incontro – a  Palazzo di Città-  tra la Delegazione Confcommercio ‘Città Vecchia’ e gli assessori ai Lavori Pubblici e Patrimonio,  e all’Urbanistica e Mobilità. Occhinegro: "Trasformare l’ Isola sul modello dell’Isola Madre di Ortigia Siracusana, vero punto di riferimento per i turisti"

La rinascita del centro storico antico della città di Taranto e il piano di interventi programmato dall’Amministrazione comunale, al centro di un incontro – a  Palazzo di Città-  tra la Delegazione Confcommercio ‘Città Vecchia’ guidata dal presidente Cosimo Bisignano e gli assessori ai Lavori Pubblici e Patrimonio,  Massimiliano Motolese,  e all’Urbanistica e Mobilità, Ubaldo Occhinegro.

Il centro storico costituisce il seme di una ambiziosa rinascita della città intera – secondo la Confcommercio ed il Comune. “Il decreto “Salva Taranto”, il Concorso internazionale di Idee, il C.I.S., ed il programma delle  bonifiche, danno grande centralità   al recupero e valorizzazione ambientale, storica, culturale ed architettonica dell’Isola – spiega in una nota il sindacato -  In questo fazzoletto di terra, vi è la presenza di alcuni dei maggiori  centri di interesse amministrativo, giudiziario, militare, religioso e culturale,  ed è il quartier generale delle attività marittime cioè di quel potere economico che costituisce l’anello di congiunzione col passato”.

Da qui la volontà comune da parte di Amministrazione pubblica e Confcommercio Taranto di dare una collocazione non più marginale alla Città Vecchia nelle politiche indirizzate allo sviluppo del territorio.

“E’ necessario, nel contempo, che di tutto ciò –afferma Bisignano- si convincano gli stessi cittadini che vivono ed operano nel centro storico. Qui la vita non deve avere solo un’accezione sociale ed economica, ma anche e soprattutto un senso etico, di fierezza morale, un alito d’orgoglio e di responsabilità. E’ altresì necessario che le istituzioni locali, in funzione di queste opportunità, accompagnino il processo di crescita con un rinnovato impegno nella condivisione delle strategie e dei programmi con gli operatori.”

In occasione dell’incontro gli operatori hanno evidenziato le criticità affrontate in riferimento soprattutto ai problemi legati alla sicurezza pubblica e alla mancanza di alcuni servizi primari

L’Assessore all’Urbanistica ha descritto le linee principali del programma di mobilità urbana che potrebbe trasformare l’ Isola sul modello dell’Isola Madre  di Ortigia Siracusana, nucleo fondativo della città e vero punto di riferimento per i turisti.

L’Assessore ai Lavori pubblici ed al Patrimonio si è soffermato invece sulle difficoltà che l’attuale Amministrazione ha incontrato e risolto al fine di ottenere risorse congelate, e sulla complessità burocratica per l’accesso ai bandi pubblici che in futuro assicureranno al territorio la realizzazione di strutture ed infrastrutture di primaria importanza (Rete fognaria, illuminazione, Verde pubblico etc.).

Per risolvere alcune criticità nell’immediatezza, ha infine proposto Motolese, necessario un protocollo d’intesa con la stessa Delegazione Confcommercio finalizzato a creare  un piano operativo d’intervento immediato, per le  situazioni o eventi di particolare interesse, in grado di mettere istantaneamente in contatto gli operatori e l’Amministrazione.