21
Mer, Nov

Chiusura ortopedia Ospedale S. Marco, Franzoso (FI) smentisce direttore Asl

Chiusura ortopedia Ospedale S. Marco, Franzoso (FI) smentisce direttore Asl

Politica

L’Ospedale S. Marco di Grottaglie perde il reparto di ortopedia e si avvia rapidamente verso la chiusura. E’ il consigliere regionale di Forza Italia Francesca Franzoso a dichiararlo smentendo di fatto le rassicurazioni restituite dal direttore generale dell’Asl di Taranto Stefano Rossi. Secondo il consigliere si tratta da parte del dirigente di un “tentativo maldestro di arginare le proteste con una fantasiosa rettifica”

L’Ospedale S. Marco di Grottaglie perde il reparto di ortopedia. E’ il consigliere regionale di Forza Italia Francesca Franzoso a dichiararlo smentendo di fatto le rassicurazioni restituite dal direttore generale dell’Asl di Taranto Stefano Rossi. “Il tradimento è servito. Il reparto di Ortopedia dell'ospedale S. Marco di Grottaglie chiude i battenti da quindici ottobre. – ribadisce Franzoso - Le attività ambulatoriali e chirurgiche, e successivamente i dirigenti medici, saranno trasferite al Ss. Annunziata di Taranto. A comunicarlo agli ortopedici grottagliesi, con una breve disposizione di servizio, è il direttore di reparto dell'ospedale del capoluogo, d'intesa con la Asl e la direzione medica e sanitaria del Presidio ospedaliero centrale (Poc)”.

Secondo il consigliere di FI “la dismissione del reparto è ormai l'anticamera della chiusura del presidio sanitario” in questo modo il governatore di Puglia Emiliano “rade al suolo l'attuale sistema di medicina territoriale, senza prima aver creato valide alternative di cura”. “Immancabilmente il Governatore disattende gli impegni politici,- prosegue - trasferendo un altro pezzo di sanità, dove peraltro funziona benissimo, dalla periferia al centro, al SS. Annunziata, una pentola a pressione che rischia di scoppiare”.

L’esponente di Forza Italia stigmatizza l’intervento del Dg dell’Asl Rossi e parla di “tentativo maldestro di arginare le proteste con una fantasiosa parziale rettifica se non si riportano i medici del San Marco al loro posto”. “Nel versante occidentale della provincia gli esponenti della maggioranza in Consiglio hanno fatto sentire il loro peso,- conclude Franzoso - incassando la retromarcia dell'Asl e di Emiliano sulle scelte per i presìdi sanitari di Martina e Castellaneta. È ora che, anche per l'intero versante orientale, provato da tagli e ridimensionamenti delle strutture, possa mobilitarsi la stessa forza, per fare giustizia e riportare in equilibrio il sistema”.