21
Mer, Nov

Il "Patto dei sindaci" indica Gugliotti per la presidenza della Provincia

Il "Patto dei sindaci" indica Gugliotti per la presidenza della Provincia

Politica

Ben dieci consiglieri comunali di Taranto e sedici primi cittadini dell'area jonica firmano la candidatura del sindaco di Castellaneta. Questa mattina, alle 12, scadono i termini per la presentazione delle firme. Alla fine dovrebbero essere in due a contendersi la poltrona più ambita dell'ente di via Anfiteatro, con Melucci che crede nell'impresa. Terze opzioni, circolate nelle ultime ore, sembrano appartenere più alla fantascienza che alla politica e ai suoi presupposti. Il dopo Tamburrano ha già avuto inizio

Il “Patto dei sindaci” dell’area jonica sospinge Gugliotti alla presidenza della Provincia. Per il dopo Tamburrano, sembrano farsi sempre più concrete le possibilità per il primo cittadino di Castellaneta che, nella tarda serata di ieri, ha incassato l’adesione alla propria candidatura di ben dieci consiglieri comunali di Taranto e sedici sindaci della provincia. I consiglieri del comune capoluogo sono: Baldassarri, Cannone, De Gennaro, Festinate, Fuggetti, Nilo, Pulpo, Simili, Stellato e Vietri. Nelle prossime ore potrebbe aggiungersi a questo elenco anche l’ex consigliere dei 5 Stelle, Battista. Questi, invece, i sindaci e i relativi comuni: Minò (Avetrana), Fischietti (Fragagnano), D’Abramo (Leporano), Lopane (Laterza), D’Oria (Lizzano), Longo (Maruggio), Quarto (Massafra), Ciura (Monteiasi), Punzi (Montemesola), Borracci (Palagianello), Lasigna (Palagiano) Fabbiano (San Giorgio Jonico), Cannarile (vice sindaco Roccaforzata) Tarantino (San Marzano) Schifone (Torricella) e lo stesso Gugliotti.  Questa mattina, il termine per la presentazione delle candidature scade alle 12, verranno protocollate le firme. Gugliotti conta su un numero molto più elevato delle 70 necessarie. L’altro candidato sarà il sindaco di Taranto, Melucci. Spazi per suggestioni di altro genere sembrano non sussistere. Il sindaco di Castellaneta presenterà il proprio programma per il governo della provincia sabato prossimo alle 10, nella sala Resta della Camera di Commercio. E’ scattato il conto alla rovescia. Scadrà a fine mese. Quando, con elezioni di secondo grado, sindaci e consiglieri comunali dovranno eleggere il prossimo primo inquilino dell’ente di via Anfiteatro.