16
Ven, Nov

Buone pratiche e innovazione sociale: Taranto un ‘cantiere aperto’

Buone pratiche e innovazione sociale: Taranto un ‘cantiere aperto’

Politica

Nuove politiche di welfare capaci di dare centralità alle comunità locali in una dimensione di responsabilità collettiva. Il sindaco di Taranto precisa: “Lavoriamo nella logica dell’alleanza locale e nel coinvolgimento degli attori del territorio”

Nuove politiche di welfare capaci di dare centralità alle comunità locali in una dimensione di responsabilità collettiva. Questo l’obiettivo dell’Amministrazione comunale che in merito al futuro piano di interventi addita la necessità di “buone pratiche e innovazione sociale”.

“Il metodo di lavoro su cui come amministrazione stiamo lavorando - osserva il sindaco Rinaldo Melucci - è quello del "Cantiere Aperto" che, nella logica dell'alleanza locale mira al coinvolgimento di una pluralità di attori del territorio per la costruzione di un patto solidaristico per il rafforzamento del sistema dei servizi e delle iniziative per e con le famiglie”. In questo specifico ambito si pone l'assessorato al welfare.

“Il coinvolgimento dei diversi attori pubblici e privati - interviene l’assessore al welfare Simona Scarpati - legittima la forte valenza sul piano operativo della logica del cantiere aperto che utilizza conoscenze teoriche e pratiche per costruire solide basi su cui definire ipotesi risolutive. Pertanto, nell'ottica di una governance di welfare territoriale che accentui lo sviluppo delle comunità locali, è fondamentale la rete di alleanze tra gli attori pubblici e privati della società, i cittadini, le famiglie, le parti sociali. Occorrerà, pertanto, sin da subito prevedere anche una partnership su temi strategici che saranno oggetto di progettazione sperimentale, anche attraverso reti di prossimità. Solo questa attenzione e compartecipazione sociale potrà rendere più significativi i risultati per i destinatari degli interventi"