16
Ven, Nov

Melucci getta la spugna

Melucci getta la spugna

Politica

Rassegnate, questa mattina, le dimissioni da sindaco di Taranto. La pesante sconfitta subita ieri, per l'elezione del presidente della Provincia, determina un terremoto politico. Adesso, il primo cittadino, ha venti giorni di tempo per poter tornare sui suoi passi

Game over. Fine del gioco. Rinaldo Melucci ha rassegnato un’ora fa, nelle mani del segretario comunale, le proprie dimissioni da sindaco di Taranto. Alla base della scelta, la clamorosa sconfitta subita nelle scorse ore per l’elezione del presidente della Provincia. “Prendo atto – dichiara l’ex primo cittadino – che nonostante abbia chiesto e ricevuto dalla maggioranza il sostegno per la mia candidatura, questo sostegno è venuto meno con numeri inaspettati e considerevoli. Non posso che ascoltare questo messaggio e rassegnare le dimissioni da sindaco nelle mani del segretario generale, secondo le modalità previste dalla legge. Taranto ha diritto ad un governo coeso e a un Consiglio comunale operoso”. Adesso, per Melucci, ci sono venti giorni a disposizione per tornare sui suoi passi. Trascorro tale termine, l’istituto delle dimissioni diverrà irrevocabile.