17
Sab, Nov

Provincia, Gentile risponde a Mancarelli: “Dichiarazioni deliranti”

Provincia, Gentile risponde a Mancarelli: “Dichiarazioni deliranti”

Politica

Botta e risposta tra il vicepresidente della Provincia Raffaele Gentile e il segretario provinciale PD Giampiero Mancarelli. Il neo eletto addita l’esponente del Partito Democratico: “Consiglio un periodo di sano recupero psichiatrico"

“Le deliranti dichiarazioni del segretario provinciale del Partito Democratico Giampiero Mancarelli, continuano a manifestare la debolezza politica nel quale ha rovinosamente trascinato il PD jonico, riuscendo ad anellare una serie di clamorose sconfitte senza precedenti con modi autolesionistici e perdenti”.

Il vicepresidente della Provincia di Taranto, Raffaele Gentile risponde alle critiche del segretario del PD Giampiero Mancarelli in merito alla sua conferma nell’Ente. “E’ innanzitutto un riconoscimento al lavoro svolto con grande impegno, nonostante le scellerate scelte legislative in campo nazionale in riferimento alle Province.  – precisa Gentile - Ho perseguito con successo negli ultimi 15 mesi una nuova fase progettuale che ha messo in campo azioni concrete che hanno portato l’Ente di via Anfiteatro a non perdere una sola opportunità di finanziamento nel settore dell’edilizia scolastica”.

“Mancarelli permetterà, - aggiunge il Vicepresidente - se tanti di noi giovani amministratori, hanno guardato con interesse al “Patto dei Sindaci” come ad una opportunità importante di rigenerazione della classe dirigente di Terra Jonica e se il candidato eletto Giovanni Gugliotti, rappresenti inequivocabilmente l’uomo giusto per questo percorso”. Riguardo alla scelta operata dal neo presidente Giovanni Gugliotti spiega: “Mi legano comuni origini di appartenenza ed impegno, oltre che una straordinaria stima per come negli ultimi anni si è saputo distinguere nel ruolo di primo cittadino della comunità castellanetana. Infine, - continua -  non sfugga a nessuno che il neopresidente avrebbe potuto scegliere il proprio vice soltanto tra i consiglieri attualmente componenti la massima assise provinciale, per la quale, ricordo, si tornerà alle urne il prossimo gennaio”.  “Questa proposta politica è, di fatto, ad oggi, -  spiega - l'unica novità che può evitare il ritorno di vecchie logiche e personaggi politici che, invece, dopo l'ultima esperienza elettorale, devono considerare concluso il proprio percorso politico”.

“Al segretario provinciale del Partito Democratico – conclude Gentile - consiglio un periodo di sano recupero psichiatrico, manifestando anche la mia personale e proverbiale disponibilità all’ascolto. Sono sempre stato altruista e generoso con gli altri”.