18
Ven, Gen

Consultazioni a Palazzo di città

Consultazioni a Palazzo di città

Politica

Giornata densa di incontri per il sindaco, che ha avviato il confronto con diverse forze politiche presenti in Consiglio comunale. Nonostante l'esito positivo Melucci non ritiene ci siano ancora le condizioni per garantire la stabilità e dunque per ritirare le dimissioni. Le consultazioni potrebbero riprendere lunedì. Pubblichiamo le note ricevute dall’ufficio stampa del Comune

Nel suo giro formale di consultazioni politiche il Sindaco ha incontrato per prima nella mattinata odierna la consigliera avv. Gina Lupo, con la quale ha discusso di alcune importanti iniziative a favore di famiglie, donne e fasce deboli della città, che possano aggiornare e rafforzare il programma amministrativo dello scorso luglio 2017.
Il sindaco ha molto apprezzato che le esigenze politiche della consigliere Lupo siano tutte nella direzione dei bisogni della comunità e si è impegnato personalmente per una rapida ed efficace azione per realizzare gli obiettivi evidenziati nel corso del cordiale incontro. Di contro, la consigliera ha confermato la sua convinta adesione al lavoro del sindaco e la sua appartenenza alla maggioranza, sottoscrivendo il documento programmatico redatto a fondamento di questa nuova fase politica del civico ente. Il sindaco ha proseguito con gli esponenti dei gruppi consiliari Taranto Bene Comune e Taranto Futuro Prossimo. Anche in questo caso è stato apprezzato l’esclusivo interesse per i bisogni della città e l’adesione completa al programma dell’amministrazione.
I consiglieri Vittorio Mele, Piero Bitetti e Mimmo Cotugno hanno dunque sottoscritto il documento che rilancia una nuova maggioranza per il sindaco, il quale nel corso dell’incontro ha avuto modo di ringraziare i consiglieri in parola per il lavoro svolto. Il sindaco ha poi incontrato i consiglieri Cisberto Zaccheo per il Psi e Dante Capriulo di Per-Taranto, i quali hanno senza indugio sottoscritto il nuovo documento programmatico del sindaco e si sono resi disponibili per il consolidamento e l’allargamento della attuale maggioranza, fermi restando i valori politici propri dell’attuale amministrazione. I consiglieri in argomento hanno poi chiesto al sindaco un rinnovato impegno verso le periferie e l’approntamento di un cronoprogramma pubblico sulle tante grandi iniziative amministrative che andranno presto a compimento nel nuovo anno. Gli incontri odierni a Palazzo di Città sono proseguiti con il consigliere Salvatore Brisci dei Centristi per Taranto. Il sindaco ha raccolto l’immediata adesione alla rinnovata piattaforma politico-amministrativa e ringraziato il consigliere Brisci per l’opera di mediazione degli ultimi giorni e il presidio delle tematiche ambientali in questo periodo di transizione.
Nel pomeriggio il sindaco ha incontrato la delegazione del Pd che, dalla nota dell’ufficio stampa del Comune, risulta essere uno dei principali punti critici di questa fase politica, visto quanto accaduto nelle ultime settimane con la naturale conseguenza delle dimissioni del sindaco lo scorso 2 novembre. Sindaco e segreteria provinciale sono tornati a denunciare un vero e proprio fuoco amico che ormai caratterizza quasi ovunque l’azione del Partito Democratico. Il sindaco ha inoltre sottolineato che non potrà ulteriormente considerare come affidabile interlocutore un partito così disunito e senza alcuna disciplina o attaccamento alle vicende locali. Ancora una volta il sindaco ha esortato tutti a mettere finalmente in moto un processo di rinnovamento, pulizia e maggiore organizzazione interna.
L’amministrazione comunale di Taranto ha ricevuto dai più alti livelli dirigenziali di partito e governativi numerosi plausi per come sta gestendo protocolli e tavoli importantissimi, dopo anni di grande assenza e confusione, ma il Pd ionico non è stato capace sin qui di trasferire tutto questo impegno e questi risultati alla sua stessa base, contribuendo a creare in una città così divisa e lacerata un clima di odio e disinformazione. Una mancanza che il partito si è impegnato a colmare immediatamente comunicando con costanza e precisione ogni atto e provvedimento dell’amministrazione.
Il gruppo ha firmato unanime il nuovo documento programmatico e ha preso l’impegno di garantire al sindaco maggiore supporto, presenza e qualità nel dibattito politico cittadino.
Nel primo pomeriggio il sindaco ha incontrato la consigliera Carmen Casula di Mutavento, che chiude il cordiale giro con la vecchia maggioranza di Palazzo di Città. Il sindaco ha in particolare apprezzato l’impegno della consigliera verso l’infanzia ed il settore scolastico, garantendole di rimando un più puntuale monitoraggio degli ambienti dedicati ai bambini di Taranto. La consigliera ha poi sottoscritto senza indugio il documento programmatico volto a rilanciare l’azione dell’amministrazione. Le consultazioni pomeridiane del sindaco sono proseguite con il consigliere avv. Mimmo Ciraci. Si è registrata una solida convergenza sugli aspetti programmatici cari all’amministrazione, in un clima costruttivo per la città che per altro si manifesta informalmente già da alcuni mesi. Il sindaco ha speso parole di apprezzamento per il senso di responsabilità del consigliere Ciraci, oltre ogni appartenenza partitica, ciò che davvero interessa i cittadini. Le parti torneranno presto a riunirsi per definire un eventuale percorso di maggiore aderenza alla vita dell’attuale maggioranza di Palazzo di Città.

Conclusioni. Il sindaco Melucci ha concluso le consultazioni a Palazzo di Città  al fine di tentare di superare la crisi politica e di valori che si è determinata nelle ultime settimane. Al momento, i 17 componenti della vecchia maggioranza hanno sottoscritto i nuovi impegni programmatici sui quali il sindaco farebbe ripartire l’azione dell’amministrazione. Nonostante gli esiti sin qui positivi ed il senso di responsabilità verso la città messo in campo da tutte le parti incontrate, non è ancora garantita una sufficiente stabilità, come richiesto dallo stesso sindaco. I confronti con alcuni gruppi o esponenti del consiglio comunale potrebbero formalmente riprendere nella giornata di lunedì. Al momento, il sindaco non ritiene si siano materializzate le condizioni per il ritiro delle proprie dimissioni.