21
Gio, Nov

D'Amato (M5S): "In Ue la riconversione economica è già realtà e crea lavoro, ora spetta al Mezzogiorno"

D'Amato (M5S): "In Ue la riconversione economica è già realtà e crea lavoro, ora spetta al Mezzogiorno"

Politica

Il modello Bilbao applicabile anche alla città di Taranto. L’eurodeputata del M5S spiega: “E’ possibile farlo i fondi dell’Ue ci sono, ma al Sud non sappiamo sfruttarli”

"La riconversione economica dei territori è già una realtà in Europa. Lo abbiamo visto qui a Bruxelles: Bilbao, Danzica, Goteborg e le regioni della Ruhr e della Hauts-de-France hanno saputo chiudere i conti con il passato fossile e aprire una stagione di sviluppo sostenibile e nuova occupazione. I fondi Ue ci sono, non solo quelli indiretti, ma al Sud non sappiamo sfruttarli. E' giunto il momento di farlo. Prendendo anche esempio dalle esperienze di successo che abbiamo raccolto in Europa e puntando sul coinvolgimento dal basso dei cittadini, delle imprese e di tutti quegli attori che possono e devono dar forma al cambiamento. Lo dobbiamo alle nuove generazioni". A dichiararlo  Rosa D'Amato, eurodeputata del Movimento 5 Stelle, in occasione della due giorni promossa al Parlamento di Bruxelles. Un grande vento con al centro il tema della riconversione economica dei territori, in cui si sono avvicendati politici e amministratori locali delle città e delle regioni europee "che hanno già avviato con successo piani per il rilancio delle loro economie e per il risanamento urbano attraverso la transizione energetica, l'economia circolare e la rivoluzione del digitale", spiega D'Amato.

Oggi, in occasione della seconda giornata di lavori, un focus è dedicato al Sui Italia, con la presentazione del Piano TRI.0, una proposta di modello economico nuovo per Taranto, in grado di creare lavoro e benessere rispettando l'ambiente e tutelando la salute dei lavoratori. Il lavoro, elaborato dall'istituto CETRI-TIRES, prende spunto da esperienze concrete già realizzate ad esempio in Francia con il progetto Rev3 ed è ispirato alle ricerche dell'economista Jeremy Rifkin sulla Terza Rivoluzione Industriale.

 

"Le aree più svantaggiate del Sud Italia hanno l'opportunità, tramite interventi come quelli delineati nel piano Tri.0, di ridurre il gap rispetto alle regioni più ricche d'Europa, attraverso un percorso che permetta di esaltare la vocazione dei territori – spiega D'Amato - Negli ultimi anni sono stati attivati con successo vari programmi in Puglia, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise. Questi esempi virtuosi dimostrano che cambiare paradigma economico con un'attenzione all'ambiente e alle generazioni future è possibile, e che la strada da percorrere è questa" conclude l'eurodeputata 5 Stelle.