19
Dom, Mag

Chiusura delle scuole De Carolis e Deledda a Taranto, Liviano chiede risposte

Chiusura delle scuole De Carolis e Deledda a Taranto, Liviano chiede risposte

Politica

All’indomani dell’ordinanza sindacale che vede trasferiti 750 alunni alla scuola Vico nel quartiere Tamburi. Il consigliere regionale pretende risposte sui dati allarmanti restituiti di recente da Peacelink e dal coordinatore dei Verdi, Angelo Bonelli : “La città ha bisogno di certezze scientifiche”  

All’indomani della decisione assunta dal sindaco di Taranto Rinaldo Melucci di chiudere le scuole del quartiere Tamburi, De Carolis e Deledda e spostare i 750 allievi nelle aule del plesso Vico, per via della presenza delle collinette ecologiche di pertinenza dell’Ilva (fatto ancora non ancora chiarito), il consigliere regionale del Gruppo Misto, Gianni Liviano interviene sulla questione. Un episodio secondo l’esponente politico che “ripropone ancora una volta il tema del bisogno di risposte certe e scientificamente probanti rispetto all'inquinamento a Taranto”.

Fatto aggravato dalle recenti dichiarazioni da parte del presidente di Peacelink, Alessandro Marescotti, e dal coordinatore del Verdi, Angelo Bonelli, i quali hanno denunciato rispettivamente l’aumento degli ipa cancerogeni e delle diossine nel territorio jonico. In particolare si parla di Ipa in crescita sia a gennaio (+ 30%) che a febbraio (+48%), rispetto al corrispondente mese dell'anno precedente, e di uno sforamento nella percentuale di diossina del

“La città ha bisogno di certezze scientifiche  – precisa Liviano – all’indomani della gestione Arcelor Mittal ( novembre 2018)”. Il consigliere presenta dunque una interrogazione con la quale chiede “se la gestione Arcelor Mittal ha modificato il quadro ambientale nell'area tarantina, se a partire dal novembre del 2018, data dell'insediamento del nuovo gestore, l'insieme delle centraline (cioè sia quelle interne al plesso industriale, sia quelle esterne che s trovano nell'area urbana, sia i dati sulle emissioni Sme, sia i dati dei deposimetri) hanno mostrato un peggioramento della situazione ambientale complessiva della città e in caso di risposta favorevole in quali dimensioni”. Inoltre Liviano ritiene necessario che siano resi noti  “i dati di produzione di ArcelorMittal dall'avvio della gestione ad oggi”, e che siano restituiti da Arpa Puglia l’indicazione delle misurazioni Edi tutte le centraline sulla situazione ambientale della città di Taranto”. Infine “se ha una qualche rilevanza scientifica (in termini di dati inquinanti) lo spostamento degli studenti dalle scuole Deledda e De Carolis alla Scuola Vico vista la vicinanza degli edifici scolastici”.