18
Lun, Nov

“I tarantini scelgano liberamente dove sposarsi”

“I tarantini scelgano liberamente dove sposarsi”

Politica

I Consiglieri comunali Stefania Baldassari e Marco Nilo domani presenteranno in Consiglio un emendamento che prevede la possibilità di scegliere la location per il proprio matrimonio tra il Municipio e Palazzo Pantaleo

Nella giornata di lunedì 29 aprile, in Consiglio Comunale, si discuterà tra le varie cose la parziale modifica della delibera del Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili che ha per oggetto la definitiva abolizione della possibilità di celebrare matrimoni presso Palazzo di Città. Con la nota sindacale prot. n.173988 del 2018 il Sindaco Rinaldo Melucci aveva invitato la Direzione Risorse Umane-Demografia a procedere alla modifica del Regolamento evitando lo svolgimento dei matrimoni civili presso il Salone degli Specchi e considerando come altra sede utile la prestigiosa sala di Palazzo Pantaleo.
Da lunedì, insomma, se dovesse passare la proposta del Sindaco Melucci nessun tarantino potrà più sposarsi presso la Casa Comunale e godere della bellezza della Sala degli Specchi ma dovrà optare per Palazzo Pantaleo.

Così i Consiglieri comunali Stefania Baldassari e Marco Nilo: “Ciò che proporremo ai Colleghi Consiglieri è di modificare l’orientamento del Sindaco e di trarre da una proposta, secondo noi negativa, una opportunità per l'intera cittadinanza. L’emendamento che depositeremo in Consiglio prevede la possibilità di celebrare i matrimoni civili sia nella più tradizionale ed istituzionale location della Casa Comunale sia presso lo storico Palazzo Pantaleo così offrendo agli "sposini" tarantini e ai potenziali turisti maggiore scelta. A ciò si aggiunga che ad oggi, nonostante le nostre segnalazioni a mezzo stampa, senza attendere la modifica del recentissimo Regolamento sulla Celebrazioni dei matrimoni civili, i matrimoni presso Palazzo di Città risultano essere già inspiegabilmente vietati".