18
Lun, Nov

Ficocelli: “Garantire i servizi sociali alle fasce deboli affinché nessuno rimanga escluso”

Ficocelli: “Garantire i servizi sociali alle fasce deboli affinché nessuno rimanga escluso”

Politica

All’indomani della sua nomina a Palazzo di Città il neo assessore ai Servizi sociali e integrazione, affronta la questione della violenza sulle donne, i soggetti in difficoltà e migranti

“Dopo una prima settimana di presa visione di carte e direzione è mia intenzione visitare tutte le strutture che operano sul territorio a stretto contatto con i Servizi Sociali. A cominciare dal Tribunale per i Minorenni, fino ad arrivare ai centri diurni, case famiglia, centri per disabili e anziani”. Inizia così la nota a firma del neo assessore ai Servizi sociali e integrazione, Gabriella Ficocelli che aggiunge: “Conosco l’operato dello sportello dedicato alla violenza sulle donne in rete con altri centri ed incontrerò gli operatori volontari per cercare assieme a loro di dare la giusta collocazione e promozione a questo servizio. La violenza sulle donne necessita di una presa in carico a 360 gradi e gli sportelli e i centri antiviolenza sono assolutamente indispensabili, ma la vera sfida sarà intervenire prima che le situazioni violente degenerino e prima dell’emergenza vera e propria”.

L’Assessore comunica inoltre che è stato attivato “il servizio ADE (Assistenza Domiciliare Educativa) per 60 ragazzi” e “avviata una gara per la Mediazione Familiare, un servizio fortemente richiesto dal Tribunale per i minorenni”, mentre a breve partiranno “i centri diurni le attività estive per i disabili, il soggiorno termale per gli anziani, l’affidamento ad associazioni specializzate in animazione dei centri anziani di Piazza Grassi a Talsano e Piazza Catanzaro a Taranto”.

“Entro la prossima settimana si darà corso alla gara per le Borse Lavoro che offriranno ai giovani dai 16 ai 21 anni la possibilità di partecipare a tirocini formativi retribuiti. – prosegue Ficocelli - Nel sociale occorre sempre più investire risorse in modalità alternative per essere pronti ad affrontare i bisogni emergenti. Proseguiranno inoltre i progetti di housing sociale, l’erogazione di contributi economici legati a progetti sociali personalizzati, RED, REI”.

Tra gli obiettivi nell’agenda politica anche “la stipula del protocollo d’intesa con il CSV (Centro Servizi di Volontariato) che sostiene tutte le associazioni di volontariato e del terzo settore”.

“Mi impegnerò a promuove iniziative per favorire i processi di integrazione sociale dei migranti, - conclude - attraverso l’attivazione di uno sportello, le iniziative sulle politiche attive per il lavoro e di inserimento e reinserimento lavorativo dei lavoratori stranieri e soprattutto sosterrò eventi volti a prevenire e a contrastare la discriminazione, la xenofobia e il fenomeno del razzismo”.