BREAKING NEWS
Domenica, 28 Maggio 2017
CANOA POLO. Si conclude oggi presso la Sezione L.N.I. di Taranto il campionato maschile di A1

Principali articoli

La verità di Putignano

Basket

L’allenatore del Cus Jonico torna sulla sconfitta nei playout: “Condannati dagli episodi. L’entusiasmo e il pubblico di gara 2 il ricordo più bello”

Z&B a bordo del "titanic". Roselli e Damaschi modesce scialuppe di salvataggio

Calci da Pro

Le difficoltà economiche ed il gonfiarsi della massa debitoria inducono il duo a bussare  a più porte, alla ricerca di sostegno finanziario e di sponsor con abiti ed ambizioni diversificate. Quello vuole occuparsi dell’area tecnica, l’altro vuole portare allenatore e giocatori, l’altro ancora che si accontenta di una semplice passerella. Ben vengano tutti, le casse sono magre, non si rifiuta nessuno

Presentato il 4° open tennis "Città di Taranto"

Tennis

Un torneo patrocinato dal Coni, dalla Federazione Italiana Tennis e dal Comune di Taranto, che si concluderà martedì 30 maggio.L’evento si completerà con due appuntamenti extra sportivi: per tutta la durata del torneo saranno esposti e messi in vendita I quadri dell’artista tarantino Fabio De Cuia. Il ricavato sarà devoluto all’Ant di Taranto. Venerdì 26, invece, alle 18 sarà presentato il libro “Uno –Storie d’amori e tradimenti tra miti e accadimenti” di Giuseppe Sferra, dedicato alla storia della città di Taranto

Avanto con Z&B? Soggetti e mali da "cancellare"

Calci da Pro

Zelatore e Bongiovanni rincorrono il consenso. Vogliono condizionare l’informazione. Mettere al bando chi non accetta lo loro condizioni. Hanno trovato terreno fertile in molti. Gli stessi che gli si sono rivoltati contro nell’ultimo periodo (dovrebbero prenderlo come insegnamento). Il ricorso, frequente, al “mezzuccio” di negare l’accredito è infantile. Non hanno ancora compreso che la situazione è ormai sfuggita loro di mano

Zelatore, Bongiovanni, Fondazione e yesman: tutti hanno fallito, tutti devono andarsene

Calci da Pro

Il Taranto è della città che, a sua volta, lo affida in gestione. Loro, dalla città, sono stati bocciati. Mettano pertanto sul tavolo i numeri (certificati) e le quote in loro possesso e tolgano il disturbo. Liberino la scena anche dal contorno dei personaggi, inutili, che li circondano. Roselli, Depoli, i procuratori ai quali sono ammanicati, gli opinionisti o pseudo tali che saltano da una emittente all’altra, elogiandoli a prescindere. Il tutto con il solo scopo di ottenere, in riconoscimento, la gestione del settore giovanile. Liberino l’informazione locale della loro presenza asfissiante, oppressiva, condizionante. Restituiscano il calcio alla sua gente

Ecco perchè il Taranto resterà nelle mani dei permalosetti Tonio & Bettina

Calci da Pro

Cobelli con la maglia di Maiellaro. I debiti. La retrocessione. L'appeal perduto

Saliamo in serie D

Calcio

Il Taranto retrocede dalla Lega Pro: la matematica condanna, definitivamente, i rossoblù che tornano ufficialmente nel calcio dilettantistico. La squadra di Ciullo cade davanti ad uno “Iacovone” gremito da soli 500 spettatori contro la Vibonese: 2-1 il risultato finale in favore dei calabresi. Non serve a nulla la rete di Viola nel recupero dopo i due gol realizzati da Sowe e Bubas

MEDIA PARTNER

Calcio

Lo scempio del pallone rossoblù è direttamente proporzionale, tra le altre voci, all’accondiscendenza, alla complicità e in definitiva alla (storica) ’qualità’ della sua stampa. Come chiunque può capire, non è un caso

Ciao ciao Lega Pro...

Calcio

Il Taranto ad un passo dalla Serie D: la sconfitta rimediata allo stadio “Arturo Valerio” contro il Melfi dei mister Destino-Diana complica, ancora di più, il cammino dei rossoblù. I pugliesi, adesso, sono chiamati a vincere le sfide contro Vibonese e Juve Stabia per sperare in un vero e proprio miracolo: il ritorno ai dilettanti non è mai stato così vicino

CALCIO PAGANO

Calcio

La squadra di calcio è metafora della città, estensione plastica di ciò che siamo e contiamo in generale: poco meno di niente. Si è tornati tra i professionisti soltanto sulla carta; tutto il resto, invece, è rimasto nei dilettanti. Il Taranto è ultimo. Peggio stanno soltanto gli opportunisti rimasti in silenzio, in tutto questo tempo, pur di entrare gratis allo stadio la domenica

Siamo noi, siamo noi, i migliori del girone siamo noi...

Calcio

ll Taranto non reagisce al ko interno con la Reggina: al "Via del Mare", contro la seconda della classe, i rossoblù perdono per 3-0. Partita mai in discussione e sbloccata soltanto su rigore dalla formazione giallorossa con la trasformazione di Lepore, poi il match si mette in totale discesa per i salentini che con Torromino e Doumbia calano il tris

Finalmente una buona notizia: Zelatore e Bongiovanni a fine anno potrebbero lasciare

Calcio

Conferenza stampa senza i giornalisti, questa mattina, nella sede della società rossoblù. I due massimi dirigenti jonici garantiranno l'ordinaria amministrazione sino a fine stagione. Dopo, potranno sentirsi liberi di disimpegnarsi dal continuare a fare calcio nella città dei due mari

Z&B a bordo del "titanic". Roselli e Damaschi modesce scialuppe di salvataggio

Calci da Pro

Le difficoltà economiche ed il gonfiarsi della massa debitoria inducono il duo a bussare  a più porte, alla ricerca di sostegno finanziario e di sponsor con abiti ed ambizioni diversificate. Quello vuole occuparsi dell’area tecnica, l’altro vuole portare allenatore e giocatori, l’altro ancora che si accontenta di una semplice passerella. Ben vengano tutti, le casse sono magre, non si rifiuta nessuno

Avanto con Z&B? Soggetti e mali da "cancellare"

Calci da Pro

Zelatore e Bongiovanni rincorrono il consenso. Vogliono condizionare l’informazione. Mettere al bando chi non accetta lo loro condizioni. Hanno trovato terreno fertile in molti. Gli stessi che gli si sono rivoltati contro nell’ultimo periodo (dovrebbero prenderlo come insegnamento). Il ricorso, frequente, al “mezzuccio” di negare l’accredito è infantile. Non hanno ancora compreso che la situazione è ormai sfuggita loro di mano

Zelatore, Bongiovanni, Fondazione e yesman: tutti hanno fallito, tutti devono andarsene

Calci da Pro

Il Taranto è della città che, a sua volta, lo affida in gestione. Loro, dalla città, sono stati bocciati. Mettano pertanto sul tavolo i numeri (certificati) e le quote in loro possesso e tolgano il disturbo. Liberino la scena anche dal contorno dei personaggi, inutili, che li circondano. Roselli, Depoli, i procuratori ai quali sono ammanicati, gli opinionisti o pseudo tali che saltano da una emittente all’altra, elogiandoli a prescindere. Il tutto con il solo scopo di ottenere, in riconoscimento, la gestione del settore giovanile. Liberino l’informazione locale della loro presenza asfissiante, oppressiva, condizionante. Restituiscano il calcio alla sua gente

Ecco perchè il Taranto resterà nelle mani dei permalosetti Tonio & Bettina

Calci da Pro

Cobelli con la maglia di Maiellaro. I debiti. La retrocessione. L'appeal perduto

Zelatore e Bongiovanni, come "arrendersi" salvando almeno l'onore

Calci da Pro

(...) Non l’hanno ancora detto, ma per andarsene vogliono che l’ipotetico successore (non acquirente quindi), ove ce ne fosse uno, garantisca la copertura dei costi relativi agli stipendi ed ai relativi contributi tutt’ora in sospeso. Marzo, aprile, maggio e giugno. Una spesa che ammonta a circa 450 mila euro. Vogliono altresì accollare, a chi volesse subentrare nella gestione, la massa debitoria in toto. Fornitori, erario, pratiche fiscali, rateizzazioni e quant’altro. Una “operazioncina” da nulla. Vicinissima al milione di euro. Una quisquiglia (sic!). Una valutazione esorbitante che va fuori da tutti i canoni

Taranto calcio "violentato" e retrocesso, fuori i mercanti dal tempio

Calci da Pro

Allo stato attuale il Taranto, quello in capo alla proprietà di Zelatore e Bongiovanni, non è commerciabile. Non lo potrà mai essere fintanto che loro stessi non comunicheranno, all’inclita ed al viandante, la loro eventuale volontà di fare i tanti passi indietro indispensabili. Regalando le quote (al prezzo simbolico di un euro) come fece Domenico Campitiello con la Fondazione Taras. Una ipotesi ritenuta peregrina, quest’ultima, sia per la presidentessa che per il suo compagno. Ipotesi che non vorranno mai porre in essere. Perché la coerenza non si identifica in loro

La verità di Putignano

Basket

L’allenatore del Cus Jonico torna sulla sconfitta nei playout: “Condannati dagli episodi. L’entusiasmo e il pubblico di gara 2 il ricordo più bello”

PU.MA. Trading Taranto prepara i playout

Basket

L’assistant coach del Cus Jonico guarda già alla sfida con Giulianova: “Post season un torneo a parte, negli scontri diretti tutto può succedere. Ci faremo trovare pronti”

Santa Rita, sesta vittoria playoff

Basket

Dopo la vittoria a Rutigliano, domenica al Palafiom la squadra di basket tarantina incontrerà il Monopoli

Una sconfitta "indolore"

Basket

Il Cus Jonico resta in partita fino all’intervallo poi cede alle triple di Porto Sant’Elpidio. La sconfitta di Monteroni lascia i rossoblu pernultimi, decisiva l’ultima giornata sabato

I Boys Taranto vincono a Trapani e Palermo

Basket

In Sicilia la squadra ionica registra un doppio successo e si conferma terza. Sabato passerella finale in casa con Reggio

Una nuova sconfitta per il Cus Jonico

Basket

I rossoblù restano in partita con l’Amatori Pescara, quarta forza del campionato, fino all’intervallo ma poi si arrendono alle triple di Pepe

Presentato il 4° open tennis "Città di Taranto"

Tennis

Un torneo patrocinato dal Coni, dalla Federazione Italiana Tennis e dal Comune di Taranto, che si concluderà martedì 30 maggio.L’evento si completerà con due appuntamenti extra sportivi: per tutta la durata del torneo saranno esposti e messi in vendita I quadri dell’artista tarantino Fabio De Cuia. Il ricavato sarà devoluto all’Ant di Taranto. Venerdì 26, invece, alle 18 sarà presentato il libro “Uno –Storie d’amori e tradimenti tra miti e accadimenti” di Giuseppe Sferra, dedicato alla storia della città di Taranto

Andreina Pino vince il Torneo di terza categoria di tennis

Tennis

Al torneo del CT San Francesco De Geronimo di Grottaglie, la giovane di Tuglie trionfa su Alessia Terruli di Martina Franca. Per la Quarta categoria, nel derby tutto grottagliese, Sabrina Fanuli batte Graziana Sportelli. In evidenza la next generation

Conclusa la prima tappa del torneo Kinder

Tennis

A Grottaglie la prima tappa regionale del torneo nazionale di tennis Kinder.
In campo 154 juniores.
Il circolo San Francesco De Geronimo festeggia con il trionfo di Francesca Viola (uner 12)

Il ct san Francesco de Geronimo vince il trofeo invernale 4^ categoriaIl ct san Francesco de Geronimo vince il trofeo invernale 4^ categoria

Tennis

La squadra grottagliese trionfa a Trani, per la prima volta dopo 37 anni.
Per la categoria juniores, intanto, al via il trofeo kinder, che vedrà impegnati 154 giovani tennisti provenienti da tutta la Puglia

Campionato Invernale di tennis

Tennis

Il circlo tennis San Francesco De Geronimo ipoteca il trofeo inverno 4^ categoria con un 3-0 contro il CT Trani. Domenica il ritorno

WTA Dubai, Vinci fuori al primo turno

Tennis

Compleanno amaro per Roberta Vinci che è costretta ad abbandonare il "Dubai Duty Free Tennis Championships", ricco torneo Wta Premier 5 dotato di un montepremi di 2.666.000 dollari in corso sui campi in cemento di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti

Il Taekwondo stattese sul tetto d'Italia

Taekwondo

L'atleta allenata dal maestro Saverio Carriero, Antonia Burgi, conquista il tricolore nei campionati nazionali disputati a Bari. Un successo prestigioso, l'ennesimo conquistato dalla società giallo-verde Gym Oriens

Pioggia di medaglie per la Gym Oriens Statte

Taekwondo

Ben tre ori e due bronzi conseguiti nei Campionati Interregionali di Bari. Grande euforia nella società jonica. Il maestro federale, Carriero: "Non esiste competizione, ormai, dove i nostri atleti non vanno in medaglia..."

La scherma Taranto permane in A2

Scherma

Bory, Loiacono, Santilio, Venza: i "quattro moschettieri" del team ionico hanno regalato emozioni nell'ambito dei campionati italiani di spada, che si è tenuto lo scorso 6 maggio a Caorle

Club Scherma Taranto. Domenica da ricordare

Scherma

Obiettivi centrati nella prova di qualificazione valevole per la fase nazionale di Coppa Italia

Per gli appassionati della scherma non sarà certo facile dimenticare una domenica come quella appena trascorsa, che ha visto protagonisti ad alto livello gli atleti del Club Scherma Taranto, convocati dal tecnico Camilo Bory Barrientos, per rappresentare i colori jonici nella prova di qualificazione valevole per la fase nazionale di Coppa Italia che si svolgerà a Caorle il prossimo Maggio. Chiamati in pedana per conquistare uno dei pass per la nazionale sono stati per la Spada Maschile: Angelo Boccardi, Simone Falerno, Dario Grassi, Vincenzo Santilio e William Venza; la spada femminile era invece rappresentata da Eleonora Chiruzzi, Fabiola De Lorenzo, Camilla Di Gregorio, Maira Elefante, Ludovica Elefante, Myriam Lecito, Sarah Solito. Una nutrita compagine che con onore ha difeso i colori della Città di Taranto ottenendo soddisfazioni e confermando ancora una volta che in Puglia la Spada è un'eccellenza della provincia jonica. Ciò che rimarrà anche nella memoria è l'elevata percentuale di assalti che ha visto scontrarsi gli atleti tarantini in amarissimi derby fratricidi con la sicura convinzione che in altre circostanze si sarebbero raggiunti ancora più successi e qualificazioni. Iniziando dal resoconto della gara maschile certamente si apprezza la performance di ogni atleta del Club Scherma Taranto che ha saputo gestire abilmente la fase ai gironi con tecnica così da raggiungere tutti il tabellone di eliminazioni dirette. Ma, come già precisato, la sfortuna degli abbinamenti ha portato gli atleti jonici ad eliminarsi tra di loro fino alle semifinali conquistate da Vincenzo Santilio contro Pietro Rinaldi (Lame Azzurre Brindisi ) e da William Venza contro Federico Rodia (Lame Azzurre Brindisi) in sfide esaltanti che hanno visto i due portacolori tarantini conquistarsi l'ambitissima pedana della finale. Una finale ovviamente disputata all'insegna dell'amicizia e del rispetto reciproco al cui termine ha visto vincitore Vincenzo Santilio in ottima forma per 15/11.
Quindi chiusura ancora con un derby ma che ha regalato comunque gioia ai sostenitori jonici perché confermava nuovamente l'assoluto dominio della scherma tarantina, merito ovviamente del grande impegno profuso da ogni atleta, ma soprattutto dalla indiscussa capacità magistrale del Tecnico Bory. Altre soddisfazioni, per quel che riguarda la spada femminile, con l'ottima performance di Eleonora Chiruzzi, la cui escalation di vittorie di oggi è stata fermata solo in semifinale da Claudia Bagnato (Club Scherma Bari) ma si porta a casa un ottimo bronzo, e con la conquista della qualificazione per Myriam Lecito. Bilancio più che positivo dunque per il Club Scherma Taranto che ormai è divenuta una realtà sportiva solida e di successo proiettata sugli ultimi impegni agonistici di fine stagione con ambiziosi obiettivi.

Nuova vittoria per la Scherma Taranto

Scherma

Eleonora Chiruzzi va a bersaglio: bronzo a Siena nella VI prova del trofeo del sabato di spada

Medaglia di Bronzo per Loiacono agli Assoluti di Pesaro

Scherma

Ancora soddisfazioni e successi sportivi per il Club Scherma Taranto. "Questo risultato infonde in tutti noi – dichiara la Presidente Antonella Putignano – tanta positività ed energia a continuare su questo percorso che ha portato i suoi frutti e che rappresenta il giusto premio per il grande impegno che tutti gli atleti profondono negli allenamenti"

Podio per il Club Scherma Taranto

Scherma

Bronzo G.P.G. per Alessandra Fumarola e 3° posto alla Crystal Cup per Mattia Loiacono e Camilla Di Gregorio

Risultato in pugno

Boxe

Boxe: Angelo Losavio vince il primo trofeo "Città di Palagianello"

Un tarantino vince il 5° torneo "Città dei due mari"

Boxe

Morabito protagonista della rassegna sportiva. Il club rossoblù consegue ben 16 successi

Due tarantini in nazionale

Boxe

La Quero-Chiloiro lancia due atleti in Azzurro. Francesco Magrì punta agli Europei under 22. Lo "youth" Giovanni Rossetti guarda al torneo "Pozniakas"

Siamo bravi a tirare pugni

Boxe

La boxe tarantina si piazza al secondo posto nella classifica nazionale. Una soddisfazione ed un risultato importante per la città e l'intera provincia

Un pugno di promesse

Boxe

Boxe: la Puglia inizia la stagione partendo dai suoi giovani

Difesa alta

Boxe

Inizia la stagione numero 47 della Quero-Chiloiro. Ai nastri di partenza con una squadra di 64 atleti

Antonucci Automobili
Lippolis
Neolux
Ottica Galeone