27
Lun, Gen

Genchi e Dago sbancano il Fanuzzi

Sport

Il Taranto vince il derby jonico – adriatico contro il Brindisi. Affermazione netta per i ragazzi di Panarelli che iniziano sotto i migliori auspici il nuovo anno

Il Taranto vince e si aggiudica il derby dei due mari. Apre Genchi, prima che D'Agostino ci metta il punto esclamativo, in una vittoria che fa morale e classifica. Gara sostanzialmente condizionata da un' incessante bufera di vento che ha colpito il capoluogo adriatico, impedendo di fatto per tutta la contesa lo sviluppo di trame ordinate. Panarelli lancia Olcese dal primo minuto piazzandogli alle spalle un trio di suggeritori composto da Genchi, Dago ed Oggiano. In mediana tocca a Stefano Manzo e Cuccurullo mente dietro Ferrara e Pelliccia sugli esterni con Benvenga e Luigi Manzo a difesa della porta di Sposito.

PRIMO TEMPO Passano quaranta secondi e Genchi, complice il vento si ritrova sui piedi una palla di platino, l'ex Potenza colpisce sporco di sinistro, prende in controtempo Pizzolato ma sbatte sul montante, lasciando invariato il parziale.

Le proibitive condizioni meteorologiche complicano i piani delle due squadre in campo che possono affidarsi esclusivamente a sortite personali, come alla mezz'ora quando Pelliccia sugli sviluppi di un'azione d'angolo, raccoglie e spara verso la porta brindisina sfiorando l'incrocio dei pali e facendo gridare al gol gli oltre trecento supporters ionici che devono rimandare l'appuntamento con il vantaggio solo di otto minuti. Siamo al 38' infatti quando Benvenga libera l'area rossoblu sputando la sfera dalle parti di Escu che sulla linea di centrocampo svirgola alzando un campanile che favorisce Genchi abile a lavorarci su uno stop da urlo e a pennellare un pallonetto che non lascia scampo al povero Pizzolato per l'uno a zero col quale si va a riposo.

SECONDO TEMPO La ripresa stenta a decollare e nonostante il vento a favore gli uomini di Ciullo non ingranano la marcia lasciando il campo a Genchi e soci che al 63' sciupano proprio col bomber barese l'occasione per il due a zero, calciando malissimo da due passi e graziando il numero uno di casa. Al 70' primo squillo Brindisi con Dino Marino che dal cuore dell'area saggia i riflessi di Sposito lesto a volare ed a mettere in angolo. Sei giri di lancette più tardi il Taranto chiude il match grazie ad un'azione solitaria di Guaita che ne salta due e mette in mezzo per l'accorrente D'Agostino veloce ad anticipare Olcese ed a depositare nel sacco, esultando sotto il settore ospiti. Nel finale ancora Brindisi che ci prova con la forza della disperazione ma prima D'Ancora gira fuori di testa e poi Marino sbatte ancora su Sposito che mette in cassaforte un successo che vale oro. Seconda vittoria esterna consecutiva per i rossoblu che domenicano riceveranno la visita del Casarano dell'ex Favetta.

BRINDISI-TARANTO 0-2

RETI: 38' Genchi (T), 76' D'Agostino (T)

BRINDISI 352: Pizzolato; Dario, Ianniciello, Fruci (82' Cuomo); Escu, D'Ancora, Dino Marino, Pizzolla, Boccadamo; Dorato (58' Toure), Ancora. Panchina: Lacirignola, Capone, Merito, Nardelli, Giovane, Nocerino, Zappacosta. All. Ciullo.

TARANTO 4231: Sposito; Pelliccia (58' Antonio Marino), Luigi Manzo, Benvenga, Ferrara; Cuccurullo, Stefano Manzo; Oggiano (58' Guaita), D'Agostino (86' Goretta), Genchi (75' Allegrini); Olcese (89' Matute). Panchina: Carriero, Van Ransbeek, Masi, Serafino. All. Panarelli.

Arbitro: Simone Taricone di Perugia coadiuvato dai sigg.ri Marco Giudice di Frosinone e Giuseppe Cesarano di Castellammare di Stabia.

Ammoniti: Oggiano, Stefano Manzo, Sposito, Goretta (T); Ancora, Toure (B).

PROSSIMO TURNO

(12.01.2020 h 14.30 – giornata n. 19 )

Gladiator-Bitonto

Nocerina-Brindisi

Agropoli-Foggia

Taranto-Casarano

Cerignola-F. Andria

Gravina-Grumentum

Fasano-Nardò

Francavilla-Sorrento

Gelbison-T. Altamura