24
Mar, Nov

Cus Jonico, il Matera si ritira dal campionato

Cus Jonico, il Matera si ritira dal campionato

Sport

La squadra di basket lucana non parteciperà alla stagione a causa delle nuove regole della FIP che impongono l'assenza di pubblico nei palazzetti. Si ipotizza che, nel raggruppamento degli ionici, ci sarà il Monopoli, che potrebbe essere ripescato

L’Olimpia Basket Matera non parteciperà al campionato di serie B 2020/21.  La società ha dunque aderito alla possibilità concessa dalla Lega Nazionale Pallacanestro di ritirarsi dall’agone, introdotta a seguito della decisione della Federazione Italiana Pallacanestro di confermare l’inizio del campionato senza pubblico, al contrario di quanto sempre assicurato.

“È stata una decisione sofferta e dolorosa per tutto il Cda - afferma con rammarico il presidente Rocco Sassone – e in particolar modo per me, che mi sono speso in prima persona per il rilancio della pallacanestro a Matera attraverso un progetto sportivo serio fondato su una gestione sana e ispirata a principi etici. Dopo le nuove determinazioni della Lega, intempestive nei tempi e nei modi, in quanto hanno richiesto di decidere in meno di 48 ore sul destino dei nostri progetti, nel pomeriggio di ieri ho convocato immediatamente il consiglio direttivo, allargato all’assemblea dei soci, alla squadra, al settore operativo e all’assessore allo sport del Comune di Matera per valutare attentamente la situazione evidenziata da alcuni sponsor, che ritenevano insignificante l’ apporto economico dovuto all’assenza del pubblico nel palazzetto”.

“In tale scenario, i presenti all’incontro, protrattosi fino alla tarda serata, hanno definito di aggiornarsi entro la tarda mattinata di oggi per individuare soluzioni, proposte, suggerimenti o apporti concreti necessari a permettere la partecipazione al campionato – aggiunge il presidente Sassone -, anche se la scelta più ragionevole sarebbe stata quella di considerare lo sport come un’attività dello spettacolo o intrattenimento, permettendo così un normale avvio dei campionati solo quando sarebbe stato possibile lavorare in sicurezza e con il pubblico. Così non è stato, e devo purtroppo registrare che nella mattinata di stamane non abbiamo ricevuto il benché minimo segnale di sostegno, con l’amministrazione comunale che ha offerto la sola possibilità di utilizzare gratuitamente l’impianto sportivo del PalaSassi. Nulla di concreto, quindi, se non il sostegno da parte di pochi con l’invito ad andare avanti. Manifestazioni, queste ultime, che inducono a riflettere, considerato che stiamo parlando di una delle società sportive più importante della Regione per storia e tradizioni”.

Adesso il Girone D2, dov’è inserito anche il Cus Jonico, conta dunque una squadra in meno. Al vaglio, in queste ore, il ripescaggio del Monopoli.