Breaking news
Sabato, 22 Luglio 2017
CROCIERE A TARANTO. Lunedì il quarto approdo della Thomson Spirit 

Ripescaggio Taranto. I perchè del no

Limitandoci alla Serie C è stato fissato in 300 mila euro l’importo del tanto famigerato e vituperato fondo perduto. All’eventuale domanda dovrebbe essere anche allegata una fidejussione, a prima richiesta, rilasciata da Istituto bancario che figuri nell’Albo tenuto dalla Banca D’Italia o da compagnia assicurativa iscritta nel relativo albo Ivass (l’Organo di vigilanza sulle compagnie di assicurazione) ed autorizzata all’esercizio del ramo 15, dell’importo di euro 200 mila. Non possono accedere alla procedura sopra indicata le Società che ne hanno usufruito negli ultimi cinque anni. Come quelle che hanno cambiato denominazione negli ultimi tre campionati disputati

MEDIA PARTNER

Lo scempio del pallone rossoblù è direttamente proporzionale, tra le altre voci, all’accondiscendenza, alla complicità e in definitiva alla (storica) ’qualità’ della sua stampa. Come chiunque può capire, non è un caso

CALCIO PAGANO

La squadra di calcio è metafora della città, estensione plastica di ciò che siamo e contiamo in generale: poco meno di niente. Si è tornati tra i professionisti soltanto sulla carta; tutto il resto, invece, è rimasto nei dilettanti. Il Taranto è ultimo. Peggio stanno soltanto gli opportunisti rimasti in silenzio, in tutto questo tempo, pur di entrare gratis allo stadio la domenica

Saliamo in serie D

Il Taranto retrocede dalla Lega Pro: la matematica condanna, definitivamente, i rossoblù che tornano ufficialmente nel calcio dilettantistico. La squadra di Ciullo cade davanti ad uno “Iacovone” gremito da soli 500 spettatori contro la Vibonese: 2-1 il risultato finale in favore dei calabresi. Non serve a nulla la rete di Viola nel recupero dopo i due gol realizzati da Sowe e Bubas

Ciao ciao Lega Pro...

Il Taranto ad un passo dalla Serie D: la sconfitta rimediata allo stadio “Arturo Valerio” contro il Melfi dei mister Destino-Diana complica, ancora di più, il cammino dei rossoblù. I pugliesi, adesso, sono chiamati a vincere le sfide contro Vibonese e Juve Stabia per sperare in un vero e proprio miracolo: il ritorno ai dilettanti non è mai stato così vicino

Siamo noi, siamo noi, i migliori del girone siamo noi...

ll Taranto non reagisce al ko interno con la Reggina: al "Via del Mare", contro la seconda della classe, i rossoblù perdono per 3-0. Partita mai in discussione e sbloccata soltanto su rigore dalla formazione giallorossa con la trasformazione di Lepore, poi il match si mette in totale discesa per i salentini che con Torromino e Doumbia calano il tris

Altri articoli...